Italia markets open in 7 hours 46 minutes
  • Dow Jones

    27.463,19
    -222,19 (-0,80%)
     
  • Nasdaq

    11.431,35
    +72,41 (+0,64%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1777
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    11.602,61
    +42,90 (+0,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    270,10
    +8,81 (+3,37%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.390,68
    -10,29 (-0,30%)
     

GAM: perché auspicare un risultato netto alle presidenziali Usa

Leo Campagna
·3 minuti per la lettura
GAM: perché auspicare un risultato netto alle presidenziali Usa
GAM: perché auspicare un risultato netto alle presidenziali Usa

Per Paolo Mauri Brusa (GAM Italia SGR), nervosismo e tensioni su un mercato in recupero, ma in equilibrio precario, suggeriscono un approccio prudente agli investimenti

Proprio mentre la campagna elettorale per le presidenziali USA in programma il prossimo 3 novembre è entrata nella fase finale, il presidente Trump è risultato positivo al Covid-19. Si è trattato di un duro colpo alla sua popolarità, soprattutto alla luce dei suoi numerosi tentativi di minimizzare la pericolosità dell’infezione. Non appena dimesso dall’ospedale dopo aver contratto il Covid-19, si è diretto al portico sud della Casa Bianca, e, togliendosi la mascherina, ha esortato a non avere paura del virus perché si può sconfiggere.

NO DI TRUMP AD UN NUOVO PACCHETTO DI STIMOLI FISCALI

“Tuttavia il gesto che ha avuto conseguenze più significative sui mercati, è stato quello che Trump ha compiuto martedì 7 ottobre, imponendo alla sua amministrazione l’interruzione di ogni trattativa con i Democratici per il varo di un nuovo pacchetto di stimoli fiscali”, fa sapere Paolo Mauri Brusa, gestore del team Multi Asset Italia di GAM (Italia) SGR. Una mossa politica che di fatto ha bloccato quanto deciso una settimana prima dalla Camera a guida democratica che aveva approvato un disegno di legge da 2.200 miliardi di dollari senza il supporto dei Repubblicani dal momento che la Casa Bianca si era limitata a dare il suo benestare per 1.600 miliardi.

ANCHE JEROME POWELL ESORTA LA POLITICA A FARE DI PIÙ

Nel frattempo il Presidente della Federal Reserve Jerome Powell, durante la conferenza presso la National Association for Business Economics, aveva esortato la politica a una maggiore spesa per sostenere la ripresa economica perché un “un contributo troppo esiguo porterebbe ad una ripresa debole, creando inutili disagi alle famiglie e alle imprese”.

TEMI CARI ALL’ELETTORATO: IMMIGRAZIONE, SPESA SANITARIA, ABORTO

L’aspetto controverso, dal punto di vista dei Repubblicani, riguardava alcune voci di spesa contenute nel pacchetto approvato alla Camera, tra le quali i sussidi per gli immigrati privi di documenti e la copertura sanitaria finanziata dal governo per gli aborti. “Il presidente Trump, per cercare di recuperare i punti percentuali di svantaggio nei confronti di Biden in base agli ultimi sondaggi, intende evidentemente far leva sui temi più cari al suo elettorato (immigrazione, spesa sanitaria, aborto)”, spiega l’esperto di GAM (Italia) SGR.

RISCHIO DI INDEBOLIRE LA RIPRESA

I mercati, in ogni caso, non hanno gradito con l’S&P 500 che sulla notizia è arretrato del 2%. Con l’avvicinarsi della stagione invernale è probabile non solo un incremento del numero dei contagi ma anche un aggravarsi delle infezioni. A cascata, ci sarebbero anche potenziali lockdown mirati che richiederebbero interventi tempestivi di sostegno alle fasce più deboli da parte del governo: rimandare gli aiuti a dopo le elezioni rischierebbe di acuire le problematiche e indebolire la ripresa.

CONFIDARE IN UN RISULTATO NETTO PER L’UNA O PER L’ALTRA PARTE

“Le future mosse e dichiarazioni di Trump restano imprevedibili e rischiano di causare, da qui al 3 novembre, nervosismo e tensioni su un mercato in recupero ma in equilibrio precario, fra speranze di ripresa nel 2021 e timori di nuove ricadute. Considerazioni che ci fanno ritenere in questa fase appropriato un approccio prudente agli investimenti, confidando in un risultato elettorale netto, per l’una o per l’altra parte”, conclude il manager di GAM (Italia) SGR.