Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,68 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,67 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    46.026,69
    -5.318,34 (-10,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.780,20
    +13,40 (+0,76%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1021
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Game over. La storia Casaleggio-M5s finisce qui. Grillo se ne infischia

Pietro Salvatori
·Giornalista politico, Huffpost
·2 minuto per la lettura
Beppe Grillo e Davide Casaleggio (Photo: Ansa)
Beppe Grillo e Davide Casaleggio (Photo: Ansa)

Game over. Passeranno giorni, forse settimane per la separazione formale, ma con tutta probabilità la lunga storia dei Casaleggio con il Movimento 5 stelle si è interrotta oggi. Sul Blog delle stelle appare un post, firmato Associazione Rousseau. Già dal titolo si capisce che tira una brutta aria: “Manifesto controvento”. È l’annuncio della presentazione, mercoledì prossimo, di un vero e proprio manifesto politico, che si annuncia come totalmente antitetico alla linea governista portata avanti fin qui da Beppe Grillo e da tutta la dirigenza del Movimento. “Per tornare a volare alto - si legge - dobbiamo anteporre le idee alle persone, le riforme alle poltrone, l’esempio personale al cambiamento che vogliamo vedere negli altri”. La rinnovata creatura di Davide Casaleggio definirà “un perimetro solido e ben definito di termini e condizioni di utilizzo dell’ecosistema Rousseau”.

Vito Crimi è furioso, lo scontro con il figlio del fondatore va avanti con aspri botta e risposta da mesi. Il solitamente misurato Stefano Patuanelli è caustico: “Auguri a Rousseau. Il movimento non va di bolina ma col vento in poppa e con Conte”. Se ci fosse bisogno, dai vertici del Movimento spiegano quale sia l’interpretazione corretta: “Se ci fosse stata mezza possibilità di regolare il rapporto con la piattaforma come erogatore di servizi, ecco, da oggi questa possibilità non c’è più”. Dalla stanza dei bottoni 5 stelle i toni sono ancor più tranchant: “Ci sta facendo la guerra, è una pietra tombale sui rapporti con il Movimento”.

Una frattura clamorosa, senza precedenti nella galassia pentastellata. Interviene il fondatore, che rilancia con un chilometrico post dal suo di blog nel quale il vento è al massimo una brezzolina primaverile e in ogni caso non è per nulla contrari...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.