Italia markets close in 7 hours 3 minutes

Garegnano, la Certosa 2.0 di Milano da scoprire con la realtà virtuale

Antonio Cardarelli
Garegnano, la Certosa 2.0 di Milano da scoprire con la realtà virtuale

La Certosa di Garegnano, già nota come “la Cappella Sistina di Milano” per la bellezza dei suoi affreschi, in attesa di riaprire fisicamente al pubblico si può ammirare con un tour virtuale

In periodo di coronavirus visitare i tanti, magnifici monumenti che l’Italia offre è diventato impossibile. Ma la tecnologia ci permette di conoscere nuovi luoghi attraverso visite virtuali, magari in attesa di andarci di persona quando la situazione sarà tornata alla normalità. La Certosa di Garegnano, una delle più importanti chiese di Milano, è sicuramente uno dei luoghi che meritano una visita. E grazie a un progetto digitale partito alcuni anni fa questa bellissima chiesa, fondata nel 1349 dall’arcivescovo Giovanni Visconti, è visitabile con un tour virtuale.

TOUR VIRTUALE E CHATBOT

La “rinascita” della Certosa di Garegnano è avvenuta proprio grazie a un progetto digitale partito nel 2015 e promosso da Michele Berra, che in quell’anno ha cominciato a lavorare su un sito insieme all’agenzia BlackDuck Solutions. Dopo aver raggiunto una grande visibilità su Google, il progetto digitale ha segnato altre tappe importanti, prima con la realtà virtuale messa a punto insieme a Marco Stucchi e poi con l’introduzione di un ChatBot e assistente virtuale.

PERCORSI D’ARTE CON IL TOURING CLUB ITALIANO

Una serie di iniziative che ha permesso alla Certosa di Garegnano di diventare una delle mete preferite di milanesi e turisti, al punto da essere inserita nei percorsi d’arte organizzati dal Touring Club Italiano. Ma in questi giorni l’aspetto tecnologico ha assunto una rilevanza ancora maggiore. Visitando il sito www.certosadimilano.com, infatti, è possibile apprezzare i tour virtuali con foto e video ad altissima definizione a 360° che permettono di ammirare gli affreschi, veri e propri capolavori che hanno fatto guadagnare alla Certosa l’appellativo di “Cappella Sistina di Milano”.

UNA CERTOSA DIGITALE

L’amore dei visitatori per la Certosa di Garegnano è testimoniato anche dal successo della raccolta fondi, promossa sul sito attraverso piattaforme di crowdfunding. Insomma, una vera e propria Certosa 2.0, che a quasi 700 anni dalla fondazione è stata in grado di rinascere grazie alla tecnologia. E in attesa di poterla visitare fisicamente, le sue bellezze sono fruibili attraverso la realtà virtuale.