Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.490,89
    +765,38 (+2,66%)
     
  • Nasdaq

    10.815,43
    +239,82 (+2,27%)
     
  • Nikkei 225

    26.215,79
    +278,58 (+1,07%)
     
  • EUR/USD

    0,9826
    +0,0025 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    19.898,04
    +230,23 (+1,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    444,05
    +8,70 (+2,00%)
     
  • HANG SENG

    17.079,51
    -143,32 (-0,83%)
     
  • S&P 500

    3.678,43
    +92,81 (+2,59%)
     

Gas, crescono ancora stoccaggi in Italia, oggi +55 mln m3

(Adnkronos) - Continuano a ritmo sostenuto le iniezioni di gas negli stoccaggi italiani nonostante Gazprom abbia annunciato oggi a Eni una riduzione della consegna di volumi di gas (circa 20 mln di metri cubi a fronte di consegne giornaliere pari a circa 27 milioni di metri cubi effettuate nei giorni scorsi). Oggi la previsione è di circa 55 milioni di metri cubi. Secondo i dati di Snam, visionati dall'Adnkronos, la previsione di gas immesso in rete per fine giornata è di circa 225 milioni di metri cubi a fronte di consumi di poco sopra 165 milioni di metri cubi. Il livello di riempimento degli stoccaggi in Italia si attesta a circa 82% (81,93%) contro 80,17% come media Ue.

Stabili i flussi di importazione da Mazara del Vallo, l'entry point del gas algerino, con 70 milioni di metri cubi. A Tarvisio, il gas proveniente dalla Russia, il flusso è poco oltre i 30 mln milioni di metri cubi. A Passo Gries, con le forniture proveniente da Nord Europa, il flusso è pari a 35 mln. A Melendugno, con i flussi dall'Azerbaigian via Tap, le forniture si attestano a circa 25 mln di metri cubi.

Per quanto riguarda i principali paesi europei, si legge dai dati Gie (Gas Infrastructure Europe), in Germania, che ha la maggior capacità di stoccaggio in Europa davanti all'Italia, il livello di riempimento degli stoccaggi è attualmente all'83,65%. In Francia si attesta al 91,54%.