Italia markets open in 7 hours 13 minutes
  • Dow Jones

    29.926,94
    -346,93 (-1,15%)
     
  • Nasdaq

    11.073,31
    -75,33 (-0,68%)
     
  • Nikkei 225

    27.311,30
    +190,80 (+0,70%)
     
  • EUR/USD

    0,9792
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • BTC-EUR

    20.376,46
    -343,31 (-1,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    456,11
    -7,01 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    18.012,15
    -75,82 (-0,42%)
     
  • S&P 500

    3.744,52
    -38,76 (-1,02%)
     

Gas, crescono ancora stoccaggi in Italia, +50 mln m3

(Adnkronos) - Continuano a ritmo sostenuto le iniezioni di gas negli stoccaggi italiani nonostante lo stop del Nord Stream. Oggi la previsione è di circa 50 milioni di metri cubi. Secondo i dati di Snam, visionati dall'Adnkronos, la previsione di gas immesso in rete per fine giornata è di circa 210 milioni di metri cubi a fronte di consumi circa 160 milioni di metri cubi. Il livello di riempimento degli stoccaggi in Italia si attesta a circa l'84% (83,93%) contro 82,23% come media Ue.

Stabili i flussi di importazione da Mazara del Vallo, l'entry point del gas algerino, con 70 milioni di metri cubi. A Tarvisio, il gas proveniente dalla Russia, il flusso è di 30 mln milioni di metri cubi. A Passo Gries, con le forniture proveniente da Nord Europa, il flusso è pari a 30 mln. A Melendugno, con i flussi dall'Azerbaigian via Tap, le forniture si attestano a circa 30 mln di metri cubi.

Per quanto riguarda i principali paesi europei, si legge dai dati Gie (Gas Infrastructure Europe), in Germania, che ha la maggior capacità di stoccaggio in Europa davanti all'Italia, il livello di riempimento degli stoccaggi è attualmente all'86,49%. In Francia si attesta al 93,53%.