Italia markets close in 3 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    25.824,51
    -217,04 (-0,83%)
     
  • Dow Jones

    35.135,94
    +236,60 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    15.782,83
    +291,18 (+1,88%)
     
  • Nikkei 225

    27.821,76
    -462,16 (-1,63%)
     
  • Petrolio

    68,26
    -1,69 (-2,42%)
     
  • BTC-EUR

    51.189,95
    +587,19 (+1,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.473,76
    +44,83 (+3,14%)
     
  • Oro

    1.794,70
    +9,50 (+0,53%)
     
  • EUR/USD

    1,1357
    +0,0064 (+0,57%)
     
  • S&P 500

    4.655,27
    +60,65 (+1,32%)
     
  • HANG SENG

    23.475,26
    -376,98 (-1,58%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.072,64
    -36,87 (-0,90%)
     
  • EUR/GBP

    0,8514
    +0,0034 (+0,40%)
     
  • EUR/CHF

    1,0427
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4504
    +0,0118 (+0,82%)
     

Gas Naturale: Prezzi in Arretramento ma Preoccupano le Scorte dell’Europa

·2 minuto per la lettura

La ripida discesa innescata dai prezzi del GAS Naturale, quotato in dollari al Nymex, non accenna ancora a concludersi. Questa settimana è stato raggiunto un nuovo minimo relativo a 4.825 che ha portato a -25.38% l’estensione del ribasso in atto dai massimi del 6 ottobre scorso (quota 6.466). Nonostante un tentativo di recupero protrattosi fino alla serata di ieri, il mercato ha ripreso oggi a scendere generando la formazione di nuove resistenze. Allo stato attuale pare molto probabile che il movimento estenda ancora fino a raggiungimento di nuovi minimi di breve periodo, in particolare fra domani e lunedì. Alle ore 17.36 CET il contratto future con scadenza a novembre quota 5.025, con una perdita del -2.80% rispetto alla chiusura di ieri.

Il problema delle scorte in Europa ed Asia

Dietro all’arretramento odierno dei prezzi, almeno per quanto riguarda il Gas quotato negli USA, ci sono almeno due fattori: innanzitutto le previsioni di un affievolimento della domanda durante la prossima settimana per motivi legati alle condizioni meteo, ed oltre a questo i dati sui livelli di stoccaggio, che hanno evidenziato numeri leggermente più alti del previsto. Va evidenziato tuttavia che, in Europa, i prezzi risultano in calo nonostante l’aumento della domanda per riscaldamento domestico registrata questa settimana. Rimangono tuttavia ancora su livelli-record le quotazioni in Asia, che secondo gli analisti saranno sufficienti a mantenere in forza la domanda globale di esportazioni di GNL dagli Stati Uniti.

L’Energy Information Administration (EIA) ha affermato che per la sesta settimana consecutiva i numeri di inventario per lo stoccaggio sono risultati superiori alla media. Secondo quanto riporta oggi Reuters, sta crescendo la convinzione che gli Stati Uniti avranno Gas più che a sufficienza per la stagione invernale. Il problema delle scorte riguarda esclusivamente l’Europa e l’Asia, ove le compagnie pubbliche di utilities si stanno accalcando per incrementare i livelli dei depositi, ancora pericolosamente bassi. In Asia ci sono già stati casi di interruzione di corrente elettrica, che hanno costretto alcune industrie ad una riduzione dell’attività produttiva.

Il Quadro Tecnico per il Future Natural Gas

Su grafico intraday possiamo isolare con maggiore definizione l’attuale posizionamento delle resistenze, che si trovano a 5.140 e 5.280/5.310. Su tali livelli sono presumibilmente concentrati i venditori che si muovono con orizzonti temporali brevi; si tratta quindi di aree di prezzo da cui possiamo aspettarci la ripresa del ribasso in caso di recuperi tra oggi e domani. Sulla tenuta delle resistenze poggiano le proiezioni ribassiste che forniscono obiettivi a 4.768 e 4.710. Lo scenario tecnico descritto verrebbe accantonato e rivisto in caso di sfondamento rialzista della seconda resistenza, meglio se confermato da almeno una chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 5.310.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli