Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.215,52
    +190,06 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,1636
    +0,0018 (+0,15%)
     
  • BTC-EUR

    54.982,32
    +1.559,66 (+2,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.481,22
    +17,87 (+1,22%)
     
  • HANG SENG

    25.787,21
    +377,46 (+1,49%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     

Gas Naturale: Tentativo di Consolidamento Sopra ai Minimi di Martedì

·3 minuto per la lettura

I prezzi del Gas Naturale quotato in dollari al Nymex stanno attraversando una sessione poco movimentata, in un tentativo di consolidamento sopra al supporto generato dai minimi di ieri (martedì 12) a quota 5.168. La flessione attraversata dal mercato a partire dal picco annuale del 6 ottobre è stata pari al 20% circa. Il movimento ribassista si è interrotto dopo che i prezzi sono riusciti a colmare il gap-up sviluppatosi fra il 24 ed il 27 settembre scorsi, come ben evidente su grafico daily. Dobbiamo sottolineare che il rimbalzo non ha finora condotto alla rottura di alcuna resistenza, per cui la correzione è da considerare – da un punto di vista tecnico – ancora attiva e passibile di ulteriori estensioni. La resistenza più vicina è posta adesso a quota 5.565 e, per considerare avviato un nuovo braccio rialzista, sarà necessario attendere almeno una chiusura daily superiore a tale livello. Alle ore 17:38 CET il contratto future con scadenza a novembre quota 5.393, con una perdita del -2.03% rispetto alla chiusura di ieri.

E’ anche colpa delle politiche UE

Come riporta oggi Reuters, il caro-gas sta cominciando a mietere le prime vittime fra gli operatori dell’energia. La società tedesca Otima Energie, attiva nel settore della vendita di gas al dettaglio, si è dichiarata insolvente, vittima del boom dei prezzi. Nel contempo E.ON, Entega ed EnBW hanno temporaneamente ritirato le loro offerte di gas dal portale di confronto prezzi Verivox. I fornitori di tutta Europa stanno lottando con l’impennata dei prezzi generata da diversi fattori, tra cui vanno annoverati sia l’insaziabile domanda asiatica che la politica del no-carbonio messa in atto dall’Unione Europea. In Gran Bretagna nove fornitori di energia sono crollati nel solo settembre e mercoledì Bohemia Energy, uno dei maggiori fornitori di elettricità e gas della Repubblica Ceca, ha interrotto le operazioni. “I prezzi dell’energia elettrica per le famiglie tipiche sono aumentati del 9,3% negli ultimi dodici mesi, raggiungendo a ottobre il record di 1.255 euro annuali”. Lo ha affermato Verivox in una nota preparata per Reuters. “I contratti annuali di fornitura di gas al dettaglio sono aumentati del 28,2% su base annua”, ha aggiunto. Martedì E.ON ha dichiarato di aver sospeso temporaneamente i contratti per i nuovi clienti del gas residenziale, in attesa di ricalcolare i prezzi.

Il Quadro Tecnico per il Future Natural Gas

Su grafico intraday sono meglio distinguibili i due supporti che sorreggono il tentativo di consolidamento in atto, consolidamento che dovrebbe condurre entro la fine della settimana al test (e potenzialmente alla rottura) della resistenza a 5.565. I supporti si trovano adesso 5.342/368 ed a 5.236/264 e costituiranno potenziali punti di ripartenza del rialzo in caso di arretramenti. Lo scenario di consolidamento verrebbe rinnegato dalla rottura del secondo supporto, meglio se confermata da una chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 5.236.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli