Italia markets close in 7 hours 39 minutes
  • FTSE MIB

    21.284,97
    -8,89 (-0,04%)
     
  • Dow Jones

    30.775,43
    -253,88 (-0,82%)
     
  • Nasdaq

    11.028,74
    -149,16 (-1,33%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    105,39
    -0,37 (-0,35%)
     
  • BTC-EUR

    18.723,19
    +31,43 (+0,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,97
    -10,50 (-2,43%)
     
  • Oro

    1.795,00
    -12,30 (-0,68%)
     
  • EUR/USD

    1,0458
    -0,0025 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.785,38
    -33,45 (-0,88%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.438,24
    -16,62 (-0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8630
    +0,0023 (+0,27%)
     
  • EUR/CHF

    1,0012
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,3506
    +0,0016 (+0,12%)
     

Gas, tagli forniture dovuti a effetti sanzioni su turbine, non premeditati - Cremlino

Il logo del gasdotto 'Nord Stream 1' a Lubmin, Germania

(Reuters) - Le recenti riduzioni della fornitura di gas russo all'Europa non sono premeditate, ma sono dovute a problemi con la manutenzione delle turbine causati dalle sanzioni.

Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

La fornitura di gas russo all'Europa è stata ulteriormente ridotta oggi, suscitando preoccupazioni per il riempimento dei depositi di stoccaggio per l'inverno e scatenando una bagarre diplomatica dopo che il fornitore russo Gazprom ha indicato le sanzioni occidentali come causa per i ritardi nei lavori di manutenzione.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli