Italia Markets closed

Gassmann travolto dalle polemiche: "Chi non vuole farlo non entra in bar, ristoranti, cinema..."

·1 minuto per la lettura
Gassmann vaccino polemica
Gassmann vaccino polemica

Alessandro Gassmann è finito al centro della bufera social per un commento fatto a proposito del vaccino per Covid-19, che secondo l’attore dovrebbe essere obbligatorio.

Alessandro Gassmann: polemica per il vaccino

Il web si è diviso a metà in merito alle parole di Alessandro Gassmann, che sui social ha insinuato che a suo avviso il vaccino dovrebbe essere reso obbligatorio tramite “tesseramento”: “Una volta fatto il vaccino, darei una tessera che lo testimoni. Chi non vuole farselo non entra in: ristoranti, bar, cinema, teatri, stadio, negozi, autobus, taxi, treni, e tiene sempre la mascherina… poi vedi che lo fanno”, ha scritto l’attore attraverso un tweet.

Molti utenti hanno criticato l’attore per ciò che ha detto: “Così si chiama dittatura, non democrazia”, ha scritto qualcuno, mentre un altro ha aggiunto: “Un po’ fascistella come dichiarazione! Siamo già allo scontro tra obbligatorietà o meno e non abbiamo ancora i vaccini!”

Non è la prima volta che Alessandro Gassmann si trova al centro di accese bufere per i suoi pensieri condivisi su Twitter. Nei mesi scorsi, sempre in merito all’emergenza Coronavirus, l’attore aveva avuto un acceso botta e risposta con Vittorio Sgarbi a colpi di tweet.