Italia markets close in 1 hour 25 minutes
  • FTSE MIB

    22.574,50
    -411,20 (-1,79%)
     
  • Dow Jones

    33.760,82
    -238,22 (-0,70%)
     
  • Nasdaq

    12.752,26
    -213,08 (-1,64%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,81 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    90,41
    -0,09 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    21.328,02
    -2.174,78 (-9,25%)
     
  • CMC Crypto 200

    508,19
    -33,41 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.766,60
    -4,60 (-0,26%)
     
  • EUR/USD

    1,0051
    -0,0041 (-0,40%)
     
  • S&P 500

    4.238,26
    -45,48 (-1,06%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.739,34
    -38,04 (-1,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8498
    +0,0045 (+0,53%)
     
  • EUR/CHF

    0,9629
    -0,0020 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,3059
    -0,0002 (-0,02%)
     

Gazprom aspetta ancora documenti da Siemens per turbina Nord Stream 1

Una schermata con il logo di Gazprom durante il St. Petersburg International Economic Forum (Spief)

MOSCA (Reuters) - Il gigante dell'energia controllato dal Cremlino Gazprom ha detto di non aver ancora ricevuto la documentazione da Siemens necessaria per reinstallare una turbina nell'importante gasdotto Nord Stream 1, come conseguenza delle sanzioni adottate dal Canada e dall'Unione europea.

Gazprom il mese scorso ha tagliato le esportazioni di gas al 40% della capacità, citando i ritardi nella restituzione di una turbina da parte di Siemens Energy in Canada, che inizialmente aveva vietato la restituzione delle apparecchiature a causa delle sanzioni.

Il gasdotto, la principale fonte di esportazione di gas russo verso l'Europa, dovrebbe riprendere a funzionare domani dopo un periodo di manutenzione.

Gazprom ha detto che la restituzione della turbina, così come ulteriori importanti interventi di manutenzione di altri motori, hanno avuto un impatto diretto sulla sicurezza delle operazioni di Nord Stream 1.

Il quotidiano Kommersant ha riferito lunedì che il Canada ha inviato la turbina in Germania in aereo durante il fine settimana e si prevedeva che sarebbe arrivata in Russia intorno al 24 luglio.

Ma il presidente russo Vladimir Putin ha suggerito oggi che potrebbe esserci un'ulteriore riduzione delle forniture attraverso il gasdotto che passa sotto il Mar Baltico per raggiungere la Germania, potenza economica europea che ha fatto ampio affidamento sul carburante russo.

Siemens Energy ha dichiarato che in circostanze normali la manutenzione delle turbine è un'operazione di routine.

"Se richiesto a livello politico e se ciò è possibile a causa del regime di sanzioni, provvederemo alla manutenzione di altre turbine con i consueti standard elevati, se ci verrà richiesto. Il nostro obiettivo in questi casi è sempre quello di trasportare la turbina al suo luogo di funzionamento il più rapidamente possibile", ha detto in un comunicato.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli