Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.838,89
    -177,20 (-1,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Gb, Hunt presenta manovra autunno, sterlina e Gilt in contenuto calo

Il ministro delle Finanze britannico Jeremy Hunt a Downing Street, Londra

LONDRA (Reuters) - Il ministro delle Finanze britannico Jeremy Hunt ha annunciato un piano che prevede aumenti dello tasse e tagli della spesa pubblica illustrando la manovra d'autunno che ha definito necessaria dopo le turbolenze seguite al mini budget dell'ex premier Liz Truss.

Parlando davanti al Parlamento, Hunt ha detto che l'economia è già in recessione e si contrarrà anche il prossimo anno ma che comunque non è possibile evitare le misure di bilancio per garantire il perdurare della tranquillità sui mercati finanziari della Gran Bretagna.

"La credibilità non è scontata e i dati di ieri sull'inflazione dimostrano che dobbiamo continuare una lotta senza sosta per tenerla a bada, compreso l'impegno per rimettere in sesto le finanze pubbliche", ha detto.

In seguito all'annuncio di Hunt, Londra ha tagliato l'obiettivo per le emissioni governative nell'anno finanziario 2022/23 di 24,4 miliardi di sterline portandolo a 169,5 miliardi.

Dopo la presentazione della manovra, la sterlina e i titoli di Stato britannici hanno perso terreno in un calo però decisamente più contenuto rispetto a quello visto a fine settembre dopo la presentazione del mini-budget da parte del precedente governo a guida Truss.

La sterlina attorno alle 14,30 cede circa l'1% a 1,1798 sul dollaro da 1,1845 prima della presentazione della manovra.

(Versione italiana Sara Rossi, editing Stefano Bernabei)