Italia markets open in 7 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.766,94
    +13,57 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1306
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    50.108,32
    -557,27 (-1,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.442,13
    +3,24 (+0,23%)
     
  • HANG SENG

    23.788,93
    +130,01 (+0,55%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     

Gb, inflazione a massimi 10 anni, rafforza attese per aumento tassi BoE

·2 minuto per la lettura
La gente fa acquisti alle bancarelle del mercato, con i grattacieli del quartiere finanziario della CIty sullo sfondo

di Andy Bruce e William Schomberg

LONDRA (Reuters) - L'inflazione britannica a ottobre è salita ai massimi di 10 anni, a causa dell'impennata delle bollette energetiche. É quanto emerge da dati pubblicati oggi, rafforzando le aspettative di un aumento dei tassi d'interesse da parte della Bank of England a dicembre.

I prezzi al consumo a ottobre sono avanzati del 4,2% su base annuale, in rialzo dall'incremento del 3,1% rilevato a settembre. Le stime fornite dalla BoE e da un sondaggio di economisti intervistati da Reuters prevedevano un aumento del 3,9% - ben inferiore alla lettura effettiva.

"I dati sull'inflazione di oggi rafforzano la determinazione ad agire della Bank of England", ha detto Yael Selfin, capo economista di KPMG UK.

L'Ufficio statistico nazionale (Ons) ha identificato il caro bollette come il primo fattore responsabile per il picco dell'inflazione, in seguito alla revoca dei limiti regolatori sulle bollette introdotta il mese scorso, con i costi del gas per i consumatori in rialzo del 28,1% rispetto a ottobre 2020.

"Un sostanziale picco invernale dell'inflazione rimane probabile con l'aumento dei costi delle materie prime importate e i maggiori prezzi energetici, che probabilmente spingeranno l'inflazione intorno al 5% il prossimo anno", ha detto Suren Thiru, direttore economico della Camera del commercio britannica.

Si prevede che la BoE diventerà la prima importante banca centrale ad aumentare i tassi d'interesse dopo l'impatto della pandemia di coronavirus sull'economia globale, con investitori ed economisti ora sempre più convinti di vedere la manovra il 16 dicembre.

Lunedì, il governatore BoE Andrew Bailey si è detto "molto turbato" dall'outlook dell'inflazione e che la decisione di mantenere i tassi invariati a inizio novembre, manovra che ha sorpreso i mercati finanziari, non è stata presa facilmente.

Ieri i dati sul mercato del lavoro britannico hanno mostrato di tenere nonostante la fine del programma del governo sulla protezione dei posti di lavoro, fattore chiave per la BoE nella decisione sui tassi d'interesse.

I dati di oggi suggeriscono ulteriori pressioni inflazionistiche nel futuro. I prezzi richiesti dal settore industriale sono aumentati più del previsto, in rialzo dell'8% su base annuale, il maggior balzo dal 2011.

I costi input per il settore manifatturiero sono balzati del 13%, il maggior incremento dal 2008, in base al comunicato Ons.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Roma Stefano Bernabei, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli