Italia markets open in 8 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.418,51
    -67,29 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1755
    -0,0035 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    11.284,76
    +80,40 (+0,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,22
    -11,47 (-4,20%)
     
  • HANG SENG

    24.708,80
    -78,39 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Gel per le mani ai remigini delle scuole di Sesto San giovanni

Mlo
·1 minuto per la lettura

Milano, 18 set. (askanews) - Una piccola confezione di gel igienizzante a tutti i bambini che frequentano la prima elementare in città. L'iniziativa è della Pro Sesto, squadra di calcio professionistica di Serie C che, al termine della prima settimana di scuola, questa mattina, ha effettuato la consegna simbolica in una classe di Sesto San Giovanni alla presenza del sindaco Roberto Di Stefano, dell'allenatore Francesco Parravicini e del vicepresidente Amedeo Mangili. "Un piccolo gesto dal valore socio-educativo, con il quale - spiega Mangili, che è anche medico - Pro Connect, il pool di imprese che affianca la Pro Sesto, vuole dare un ulteriore segnale ai bambini della nostra città". Le confezioni di gel igienizzante 'griffate' Pro Sesto sono destinate, in una sorta di progetto pilota, a tutti gli altri alunni delle scuole elementari di Sesto San Giovanni che frequentano il primo anno. "Pro Sesto e Pro Connect - commenta il sindaco Di Stefano - hanno deciso di partire dai 'remigini', un bel gesto che contribuisce a sostenere i messaggi di sensibilizzazione che giungono da tutti i livelli istituzionali". "Abbiamo scelto la scuola 'Oriani' - aggiunge il vicepresidente Mangili - perché il nostro allenatore, Francesco Parravicini, nato e cresciuto a Sesto San Giovanni, ha frequentato proprio qui le elementari". Francesco Parravicini, 38 anni, sestese, un passato da centrocampista a Parma, Atalanta e Palermo, è uno degli allenatori professionisti più giovani d'Italia ed è padre di due bambini: "È stato emozionante compiere questo gesto nella scuola in cui ho frequentato le elementari. Da padre - spiega Parravicini - considero fondamentale rivolgere particolare attenzione ai più piccoli. Anche con gesti come l'igenizzazione delle mani riusciremo a sconfiggere il virus".