Italia markets open in 4 hours 28 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.470,28
    +173,42 (+0,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1929
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    15.239,32
    -573,25 (-3,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    352,60
    -17,91 (-4,83%)
     
  • HANG SENG

    26.709,55
    +39,80 (+0,15%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Generali, Donnet: su dividendi va garantita competizione fair

Bos
·1 minuto per la lettura

Milano, 12 nov. (askanews) - "Siamo stati un pò sorpresi da questa decisione, che dipende soltanto da considerazioni macroeconomiche e non ha nulla a che vedere con la nostra posizione di capitale e di liquidità". Lo ha affermato il group Ceo di Generali, Philippe Donnet, in merito allo stop da parte dell'Ivass alla distribuzione nell'anno in corso della seconda tranche del dividendo relativo al 2019. Donnet ha osservato che le divergenze interpretative delle raccomandazioni sul settore assicurativo dei regolatori europei da parte dei regolatori dei singoli Paesi "non garantiscono le stesse condizioni di terreno di gioco" ai player e questo "non è accettabile" perchè in tal modo "non c'è una competizione fair", mentre il regolatore dovrebbe garantire "le stesse regole per tutti". "Non c'è nessun motivo per questo stop al dividendo. Noi su questo siamo stati e saremo fermi con il regolatore", ha sottolineato Donnet durante la conference call con la comunità finanziaria sui risultati dei primi 9 mesi del 2020. "Il regolatore non ha consentito di distribuire la seconda tranche del dividendo a valere sui risultati 2019, ma il gruppo Generali è solido e i risultati di oggi lo dimostrano. Siamo orgogliosi della nostra resilienza e della nostra solidita' in un contesto molto complicato come quello attuale", ha proseguito Donnet, che ha riferito di aver parlato con l'Ivass nei giorni scorsi e che l'Autorità non sarebbe propensa a mantenere la restrizione sui dividendi anche nel 2021. "Abbiamo una posizione di capitale molto forte e la migliore Solvency del settore. Tuttavia - ha concluso - sulla cedola dobbiamo rispettare le richieste del regolatore, confermiamo la dividend policy del piano e pagheremo la cedola cash del 2019 non appena potremo".