Generali in bella mostra. Barclays punta sul titolo

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BARC.L248,90+1,65

Avvio di settimana decisamente brillante per Generali che quest’oggi si è messo in evidenza Piazza Affari, facendo registrare la migliore performance tra le blue chips, con una maggiore forza relativa rispetto all’indice di riferimento. Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di venerdì scorso con un rialzo di circa tre punti percentuali, quest’oggi è riuscito a fare ancora meglio, guadagnando terreno per la terza giornata consecutiva. Generali ha terminato gli scambi odierni a ridosso dei massimi intraday a 13,48 euro, con un rally del 5,15% e oltre 12,2 milioni di azioni passate di mano a fine sessione, quasi il doppio della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 6,5 milioni di pezzi, segno evidente di un grande interesse del mercato per il titolo. Generali si è reso protagonista quest’oggi di un poderoso rally sulla scia del sentiment positivo che ha dominato la giornata di Piazza Affari dopo la rielezione di Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica, che ha portato a scommettere sulla nascita a breve di un nuovo Governo. A dare una marcia in più alle azioni della compagnia triestina hanno contribuito le positive indicazioni arrivate da Barclays Capital, i cui analisti hanno deciso di migliorare il giudizio sul titolo da “equalweight” ad “overweight”, con un prezzo obiettivo rivisto verso l’alto da 12,4 a 14,1 euro, che offre un potenziale di upside di circa il 5% rispetto ai valori del close odierno. Barclays (Londra: BARC.L - notizie) ora scommette su Generali dopo che per lungo tempo ha invece suggerito di vendere il titolo. Quest’ultimo ora è invece da sovrappesare in portafoglio e la positività del giudizio degli analisti è resa ancora più evidente dal fatto che l’intero settore delle assicurazioni a livello europeo è coperto con una raccomandazione “neutral”.

, Il broker vede nella guida del nuovo management del gruppo un chiaro percorso verso la ristrutturazione dello stato patrimoniale di Generali e in direzione della generazione di tassi di RoE superiori a quelli dei competitors. Gli analisti si aspettano che il combined ratio della compagnia triestina scenda dal 95,7% del 2012 al 93,4% entro il 2015 e vedono inoltre spazio per un incremento del dividendo a 0,5 euro, con riferimento ai risultati di quest’anno, rispetto ai 42 centesimi stimati dal consensus. Gli esperti di Barclays hanno inoltre rivisto verso l’alto le stime sull’utile per azione di Generali a 1,27 a 1,47 euro per quest’anno, oltre gli 1,32 euro del consensus, mentre quelle riferite al 2014 passano da 1,35 a 1,67 euro, mentre per il 2015 la scommessa è di un es di 1,9 euro, ben oltre gli 1,6 messi in conto dalla comunità finanziaria. Quanto alla vendita di asset, gli analisti ritengono che la stessa non sia così scontata, ma l’idea è che Generali abbia la flessibilità per centrare gli obiettivi di vendita per un certo numero di attività. Barclays è altresì convinta che il forte flusso di cassa dovrebbe consentire al gruppo triestino di pagare 2,75 miliardi di euro di obbligazioni senior per i prossimi due anni. L’attenzione è ora rivolta all’appuntamento in programma a novembre, quando si terrà l’investor day, in occasione del quale sono attesi maggiori dettagli sui risparmi a livello di costi e non è da escludere che si possa approdare ad una revisione al rialzo degli utili della compagnia assicurativa.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.419,30 0,87% 08:03 CEST

Ultime notizie dai mercati