Italia markets open in 6 hours 16 minutes
  • Dow Jones

    31.928,62
    +48,38 (+0,15%)
     
  • Nasdaq

    11.264,45
    -270,83 (-2,35%)
     
  • Nikkei 225

    26.603,87
    -144,27 (-0,54%)
     
  • EUR/USD

    1,0726
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    27.625,41
    +192,13 (+0,70%)
     
  • CMC Crypto 200

    660,54
    +4,72 (+0,72%)
     
  • HANG SENG

    20.112,10
    -357,96 (-1,75%)
     
  • S&P 500

    3.941,48
    -32,27 (-0,81%)
     

Generali, nuove dimissioni in cda: lascia anche rappresentante Del Vecchio

·2 minuto per la lettura

Il consigliere di amministrazione di Generali, Romolo Bardin, espressione della Delfin di Leonardo Del Vecchio, si è dimesso dal cda. Bardin era consigliere indipendente e membro dei Comitati per le Nomine e la Remunerazione, per gli Investimenti, per le Operazioni strategiche e per le Operazioni con Parti correlate. Bardin, si spiega dalla compagnia, ha motivato le proprie dimissioni "riferendosi alle modalità operative e ad alcune scelte del consiglio e dei comitati a cui partecipa, con particolare riguardo anche al processo di formazione della lista del cda".

E proprio la formazione delle liste per il nuovo board e le strategie future della compagnia sono al centro dello scontro fra soci. Con Mediobanca al 17,2% del capitale, dopo aver preso il 4,4% in prestito, e il patto di consultazione fra Del Vecchio, Caltagirone e Fondazione Crt al 16%.

Oltre a continuare con gli acquisti di azioni per superare il peso dell'istituto di piazzetta Cuccia, i pattisti sono al lavoro su un management e un piano industriale alternativi. La linea del group ceo, Philippe Donnet, è ritenuta troppo timida sul fronte della crescita esterna e per questo presenteranno a febbraio una lista per il cda, con un nuovo ad, e una strategia più aggressiva. Intanto i pattisti contestano il procedimento di formazione di una lista da parte del cda, considerata in realtà espressione della sola Mediobanca, e Caltagirone ha sottoposto un quesito alla Consob sulla regolarità della lista del board.

Il presidente del gruppo, Gabriele Galateri, si è detto rammaricato per le dimissioni, ma ha ribadito che la società "ha sempre condotto la sua attività secondo criteri di assoluta trasparenza e rigorosa correttezza, nell’interesse di tutti gli stakeholder. Principi, questi, a cui confermo ci si è sempre attenuti nei rapporti con tutti i consiglieri, senza eccezione alcuna e in ogni occasione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli