Italia markets close in 4 hours 22 minutes
  • FTSE MIB

    24.434,55
    -6,33 (-0,03%)
     
  • Dow Jones

    33.849,46
    -497,57 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    11.049,50
    -176,86 (-1,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • Petrolio

    79,19
    +1,95 (+2,52%)
     
  • BTC-EUR

    15.890,30
    +151,74 (+0,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    389,93
    +9,64 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.771,00
    +15,70 (+0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,0385
    +0,0041 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.963,94
    -62,18 (-1,54%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.943,98
    +8,47 (+0,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8635
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9857
    +0,0044 (+0,45%)
     
  • EUR/CAD

    1,3961
    +0,0012 (+0,09%)
     

Gentiloni: per bilancio Italia servono cautela e investimenti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bruxelles, 11 nov. (askanews) - Il rallentamento, rilevato dalla Commissione europea nelle sue previsioni economiche, del calo del deficit pubblico in Italia, che rischia di arrestarsi nel 2024, frenando anche la riduzione del debito pubblico, non è un caso unico nell'Ue ed è comprensibile alla luce della dinamiche della forte ripresa post-Covid, dopo il suo impatto particolarmente pesante. L'importante ora è usare al meglio le risorse Ue del Pnrr e combinare investimenti e crescita con la cautela di bilancio. Lo ha affermato il commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni, rispondendo a una domanda sulla situazione italiana durante la conferenza stampa di presentazione delle previsioni economiche d'autunno della Commissione, oggi a Bruxelles.

"Riguardo all'Italia - ha osservato Gentiloni - , vorrei dire che in fondo i trend che vediamo nella riduzione del debito e nell'andamento dei deficit sono abbastanza comparabili tra i diversi paesi europei. L'elemento di maggiore differenza spesso è il ritmo della ripresa dal Covid. Ci sono alcuni paesi - ha spiegato - che hanno avuto un rimbalzo della crisi del Covid molto più rapido e più forte di altri, anche perché avevano avuto una caduta più pesante di altri".

"L'Italia - ha continuato il commissario - è un paese che ha avuto negli ultimi due o tre anni un livello di crescita molto consistente, e che ha raggiunto i livelli di crescita pre-covid piuttosto prima, devo dire, di quanto noi stessi avessimo immaginato. Che dopo questo rimbalzo così forte ci possa essere un rallentamento credo che sia abbastanza prevedibile".

"Il problema - ha sottolineato Gentiloni - è come continuare a garantire, attraverso politiche di bilancio responsabili e caute e attraverso l'uso degli strumenti europei, e in primo luogo il Pnrr, un buon mix tra cautela di bilancio e investimenti, crescita e sviluppo".

"Perché - ha continuaro il commissario - sono le due cose insieme che portano poi a ridurre il deficit e il debito". In Italia, ha ricordato, "abbiamo avuto effettivamente una forte riduzione del debito, dal 155% a 142% nel giro di due o tre anni, ma legata a dei livelli di crescita molto molto alti. Quindi - ha concluso - cautela e investimenti".