Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.381,35
    -256,37 (-1,13%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,26 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,14 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.519,18
    -179,08 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    52,04
    -1,53 (-2,86%)
     
  • BTC-EUR

    30.926,04
    +1.035,85 (+3,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    701,93
    -33,21 (-4,52%)
     
  • Oro

    1.827,70
    -23,70 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.573,86
    +77,00 (+0,27%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,55
    -41,82 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8887
    +0,0010 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0759
    -0,0034 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5369
    +0,0008 (+0,05%)
     

Gentiloni: sfida ripresa richiede protagonismo Terzo settore

Red/Vlm
·1 minuto per la lettura

Roma, 25 giu. (askanews) - "La fase che ci attende, della ripresa, della ricostruzione, del recovery plan cos come lo abbiamo disegnato a Bruxelles una sfida che richiede il protagonismo del Terzo settore". Lo ha detto il Commissario europeo per l'economia, Paolo Gentiloni, intervenendo alla presentazione di Terzjus, Osservatorio di diritto del Terzo settore, della filantropia e dell'impresa sociale. "L'Osservatorio che si occuper del diritto comune nel Terzo settore consente a Gigi Bobba di proseguire il lavoro svolto nel governo e che ne ha fatto il protagonista della riforma del terzo settore. Le imprese sociali, il mondo delle associazioni - ha proseguito Gentiloni nel corso del digital event - sono stati protagonisti assoluti in questi mesi terribili della capacit di risposta sul piano sociale, umano, comunitario del nostro Paese di fronte alla pandemia. Adesso non si tratta di un generico ritorno alla normalit. Vogliamo tornare alla pienezza della vita, alle nostre abitudini, ma vogliamo utilizzare questa opportunit di rimettere in moto l'economia del nostro Paese cos come quello di tutti i Paesi europei per correggere, modificare, quelle caratteristiche dei nostri modelli sociali che non funzionano pi". "Limitare le diseguaglianze, rafforzare la resilienza dei nostri sistemi sociali - ha concluso il Commissario europeo - la grande sfida. E ha bisogno pi che mai del contributo delle imprese sociali, dell'associazionismo, del servizio civile, di quell'esercito del bene comune che rappresenta una parte straordinaria del nostro Paese".