Italia markets open in 4 hours 37 minutes
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    26.889,78
    -111,74 (-0,41%)
     
  • EUR/USD

    1,0670
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    27.379,32
    -1.049,73 (-3,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    654,19
    -20,68 (-3,06%)
     
  • HANG SENG

    20.368,72
    -101,34 (-0,50%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

George Clooney e Brad Pitt si abbassano lo stipendio per far uscire il loro film al cinema

·1 minuto per la lettura

George Clooney e Brad Pitt hanno rinunciato a parte del loro compenso per permettere al loro nuovo film di uscire nelle sale.

In un’intervista con Deadline, il 60enne ha parlato del progetto, acquistato a settembre da Apple Studios dopo una lunga battaglia per i diritti, rivelando che sia lui sia Pitt si siano ridotti lo stipendio a un patto: il loro thriller deve arrivare nei cinema.

«È stato un momento emozionante perché intorno al film è nata una di quelle strane guerre di offerte che accadono ogni tanto, e alla fine in questo caso è stata piuttosto estrema, perché Apple è arrivata con una cifra davvero grande», ha dichiarato Clooney.

Il film è scritto e diretto da Jon Watts, regista di «Spider-Man: No Way Home». Il titolo e i dettagli sono ancora sotto chiave, ma le co-star di «Ocean’s Eleven» interpreteranno due fixer assunti per lo stesso lavoro.

George, alla domanda sulla convivenza tra cinema e streaming ha risposto che le due realtà «possono coesistere».

«La buona notizia è che c'è ancora un modo per realizzare questo tipo di film, e l'altra parte della buona notizia è che Amazon e Netflix, con cui abbiamo anche lavorato, sono anche più che disposti a farli uscire nelle sale, dunque possono coesistere», ha aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli