Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.312,20
    -3.839,30 (-8,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Germania, banche a rischio per bolla immobiliare, rafforzare buffer - Buba

·1 minuto per la lettura
Diverse penne blu con il logo Bundesbank durante una conferenza stampa a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - Le banche tedesche sono sempre più vulnerabili alla sopravvalutazione del mercato immobiliare e le autorità finanziarie dovrebbero costringere gli istituti a rafforzare i buffer di capitale.

Lo scrive un rapporto Bundesbank dedicato alla stabilità finanziaria.

All'inizio della pandemia la Germania ha tagliato a zero i cosiddetti buffer controciclici per le banche, ma la crescita economica è ora robusta e i prestiti bancari hanno visto un'accelerazione, quindi gli istituti di credito dovrebbero essere costretti a mantenere più capitale come misura di sicurezza, scrive la banca centrale.

"I buffer controciclici dovrebbero essere rafforzati nuovamente a breve", ha scritto in una nota la vicepresidente di Bundesbank Claudia Buch .

I buffer o cuscinetti di liquidità, ora a zero, era fissato allo 0,25% dell'esposizione totale del rischio delle banche - prima della pandemia -- ma gli attuali livelli di credito indicano che potrebbe essere necessario un livello ancora più elevato, secondo Bundesbank.

Questa misura non considera esplicitamente il boom del mercato immobiliare residenziale, che richiede un'attenta supervisione e potenziali azioni da parte delle autorità, secondo Bundesbank.

I prezzi immobiliari continuano ad aumentare e gli indicatori suggeriscono ulteriori incrementi all'orizzonte, portando a una sopravvalutazione delle proprietà immobiliari, con una crescita dei prezzi e degli affitti superiore quella del reddito.

Questo implica che le banche potrebbero aver offerto stime eccessive sul valore delle garanzie di credito, esponendole a ingenti perdite in caso di una modifica dei prezzi.

Le banche sono anche vulnerabili all'incremento dei tassi d'interesse poiché buona parte dei prestiti a lungo termine sono a tassi fissi, in particolare sui mutui, conclude Bundesbank.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Alessia Pé)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli