Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.314,54
    -48,51 (-0,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Germania, evitata recessione in trim1 nonostante impatto guerra e pandemia

La bandiera della Germania.

BERLINO (Reuters) - L'economia tedesca è cresciuta leggermente nel primo trimestre rispetto a quello precedente, come dimostrano i dati, con un aumento degli investimenti compensato dal duplice impatto della guerra in Ucraina e del Covid-19, che secondo gli esperti avranno un peso maggiore nel trimestre che terminerà a giugno.

La prima economia europea è cresciuta dello 0,2% su trimestre e del 3,8% su anno, come ha reso noto l'Ufficio Federale di Statistica. Un sondaggio Reuters aveva previsto rispettivamente un aumento dello 0,2% e del 3,7%.

La lettura significa che la Germania ha evitato una recessione, spesso definita come due trimestri consecutivi di contrazione rispetto a quello precedente, dopo che il prodotto interno lordo (Pil) è sceso dello 0,3% alla fine del 2021.

Se la spesa delle famiglie e del governo è rimasta per lo più allo stesso livello del trimestre precedente e le esportazioni sono diminuite all'inizio dell'anno, gli investimenti sono aumentati.

Gli investimenti in costruzioni, favoriti dal clima mite, sono cresciuti del 4,6% rispetto ai tre mesi precedenti, nonostante l'aumento dei prezzi, mentre gli investimenti in macchinari e attrezzature sono saliti del 2,5%.

La fiducia delle imprese tedesche è aumentata inaspettatamente a maggio, grazie alla tenuta dell'economia, secondo un sondaggio dell'istituto Ifo pubblicato negli scorsi giorni, che non ha rilevato segnali osservabili di recessione.

Sebastian Dullien, direttore dell'Istituto di politica macroeconomica (Imk), ha previsto che l'effetto della guerra e delle restrizioni legate alla pandemia in Cina -- il principale partner commerciale della Germania dello scorso anno, secondo i dati ufficiali -- sarà molto più forte nel secondo trimestre.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli