Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.276,40
    -4.023,68 (-8,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Germania, fiducia consumatori migliora per secondo mese consecutivo nonostante inflazione - Gfk

·1 minuto per la lettura
Una bandiera tedesca riflessa sulla finestra dell'edificio Paul Loebe a Berlino

BERLINO (Reuters) - I consumatori tedeschi mantengono alto lo spirito con l'avvicinarsi di novembre nonostante l'aumento dell'inflazione, con la fiducia in miglioramento per il secondo mese consecutivo.

L'indice relativo al consumer sentiment -- a cura dell'istituto Gfk, basato su un sondaggio che vede coinvolti circa 2.000 cittadini tedeschi -- è salito a 0,9 punti per il mese di novembre, dagli 0,4 punti rivisti al rialzo del mese precedente.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano invece previsto un calo a -0,5 punti.

L'istituto ha tuttavia precisato che è improbabile che lo spirito resti tale a lungo se i prezzi continueranno a salire, una tendenza che ritarderebbe inoltre una fondamentale ripresa della fiducia dei consumatori.

"Sembra che i cittadini tedeschi si aspettino ulteriori impennate dei prezzi e che ritengano pertanto prudente effettuare acquisti ora per evitare costi ancora più alti", ha affermato Rolf Buerkl, analista di Gfk.

L'istituto ha tuttavia reso noto che, sebbene la propensione a fare acquisti sia leggermente aumentata, sia le aspettative economiche che quelle di reddito sono in calo.

Questi elementi indicano che i consumatori della prima economia europea sono fiduciosi in merito alla ripresa del Paese, ma che lo spettro della riduzione dell'offerta da parte delle aziende a causa di problemi alla catena di approvvigionamento continua a incombere su molti cittadini che temono per il proprio reddito.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli