Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.912,44
    +151,39 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    13.128,05
    +80,87 (+0,62%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    88,90
    -3,19 (-3,46%)
     
  • BTC-EUR

    23.638,12
    -436,00 (-1,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    570,54
    -20,23 (-3,42%)
     
  • Oro

    1.795,70
    -19,80 (-1,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0164
    -0,0094 (-0,91%)
     
  • S&P 500

    4.297,14
    +16,99 (+0,40%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.789,62
    +12,81 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8429
    -0,0028 (-0,33%)
     
  • EUR/CHF

    0,9619
    -0,0036 (-0,37%)
     
  • EUR/CAD

    1,3116
    +0,0015 (+0,11%)
     

Germania, mercato lavoro resiliente nonostante aumento casi Covid

·1 minuto per la lettura
La bandiera tedesca riflessa sulla finestra di un palazzo a Berlino

BERLINO (Reuters) - La disoccupazione in Germania è diminuita più del previsto a dicembre, secondo i dati ufficiali pubblicati oggi, a dimostrare ulteriormente che il mercato del lavoro nella più grande economia europea rimane resiliente nonostante l'aumento delle infezioni da Covid-19.

Secondo i dati dell'Agenzia federale dell'Impiego, il numero di disoccupati nel Paese è diminuito di 23.000 unità in termini destagionalizzati, a 2,405 milioni. Un sondaggio Reuters aveva previsto un calo di 15.000 unità.

"Il mercato del lavoro si è sviluppato bene alla fine dell'anno. La ripresa dei mesi precedenti è proseguita", ha detto Detlef Scheele, a capo dell'agenzia federale.

Il tasso di disoccupazione destagionalizzato è sceso al 5,2%, il livello più basso da marzo 2020, quando la Germania è entrata nel primo lockdown per contrastare la pandemia.

Scheele ha avvertito che l'aumento dei casi di Covid-19 e le nuove restrizioni per frenare la diffusione della malattia hanno aumentato le incertezze nel mercato del lavoro.

Ciò si riflette nel fatto che un numero maggiore di aziende ha segnalato a dicembre che potrebbe presto mettere di nuovo in aspettativa altri lavoratori.

A ottobre, l'ultimo mese per il quale erano disponibili dati affidabili, il numero di dipendenti che hanno beneficiato di orari di lavoro ridotti nei programmi di protezione del lavoro, noti anche come Kurzarbeit, è sceso a circa 710.000, in netto calo rispetto al picco di circa 6 milioni raggiunto nell'aprile 2020.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli