Italia markets close in 7 hours 3 minutes
  • FTSE MIB

    23.879,09
    -215,91 (-0,90%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,80 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • Petrolio

    110,93
    +0,65 (+0,59%)
     
  • BTC-EUR

    28.606,86
    +724,84 (+2,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    680,89
    +7,52 (+1,12%)
     
  • Oro

    1.856,20
    +14,10 (+0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,0632
    +0,0070 (+0,66%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.677,35
    +20,32 (+0,56%)
     
  • EUR/GBP

    0,8456
    +0,0001 (+0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0306
    +0,0018 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,3591
    +0,0035 (+0,26%)
     

Germania punta a trovare alternativa al petrolio russo entro pochi giorni

·1 minuto per la lettura
Il ministro dell'Economia tedesco Robert Habeck a Berlino

BERLINO (Reuters) - La Germania spera di riuscire, entro pochi giorni, a trovare un modo per sostituire il petrolio russo con importazioni da altre fonti, ha detto il ministro dell'economia Robert Habeck, aggiungendo che il paese potrebbe poi sostenere un embargo Ue sulle importazioni di petrolio russo.

La Germania, sotto pressione per ridurre la sua dipendenza dall'energia russa, dopo l'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca, ha precedentemente affermato che potrebbe liberarsi dal petrolio russo entro la fine dell'anno. Tuttavia, Berlino ha respinto l'idea di un divieto immediato delle importazioni nell'Unione europea.

"Oggi posso dire che un embargo (sul petrolio russo) è diventato gestibile per la Germania", ha detto Habeck ai giornalisti durante una visita in Polonia per colloqui sulla sicurezza energetica.

Prima della guerra in Ucraina, il petrolio russo rappresentava circa un terzo delle importazioni di petrolio della Germania. Un mese fa, Habeck ha detto che la Germania aveva ridotto la sua dipendenza dal petrolio russo a una quota del 25% delle proprie importazioni.

Il ministro ha dichiarato che il petrolio russo ora rappresenta solo il 12% delle forniture tedesche e va interamente alla raffineria Pck a Schwedt, vicino Berlino.

Pck è gestita dalla compagnia petrolifera statale russa Rosneft, che ne è anche l'azionista di maggioranza.

"Il modello di business di Schwedt si basa sull'acquisto di petrolio russo. Questo è un problema da risolvere, abbiamo bisogno di un'alternativa per Schwedt, e ci lavoreremo nei prossimi giorni", ha detto Habeck.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli