Italia markets close in 4 hours 12 minutes
  • FTSE MIB

    26.455,01
    +122,02 (+0,46%)
     
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.255,55
    +40,03 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    82,05
    -0,91 (-1,10%)
     
  • BTC-EUR

    54.890,70
    +1.114,55 (+2,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,87
    +17,51 (+1,20%)
     
  • Oro

    1.782,00
    +11,50 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,1641
    +0,0004 (+0,03%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    26.136,02
    +348,81 (+1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.169,08
    +2,25 (+0,05%)
     
  • EUR/GBP

    0,8452
    +0,0020 (+0,24%)
     
  • EUR/CHF

    1,0737
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4368
    -0,0008 (-0,05%)
     

Gestori forestali Ue chiedono chiarimenti su strategia europea

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 ott. (askanews) - "La nuova strategia forestale dell'UE per il 2030 necessita di obiettivi chiari e azioni coerenti e fattibili": è il messaggio congiunto dei proprietari e gestori di foreste ai responsabili delle politiche dell'UE dalla Conferenza europea dei proprietari forestali. La conferenza, organizzata il 4 ottobre 2021 a Vienna, ha riunito organizzazioni di proprietari forestali europee e nazionali, organizzazioni forestali statali e eurodeputati per discutere e scambiare informazioni sulla nuova strategia forestale dell'UE. Durante la conferenza CEPF, EUSTAFOR, Copa-Cogeca, ELO, USSE e FECOF hanno presentato una posizione comune sulla nuova strategia che fa eco alle preoccupazioni sollevate a Vienna.

I partecipanti alla conferenza si sono detti preoccupati del fatto che la nuova strategia "mina l'attuale equilibrio dei pilastri sociali, ambientali ed economici della silvicoltura sostenibile e multifunzionale nell'UE".

Il documento di posizione congiunto presentato alla conferenza di Vienna spiega i motivi principali per cui i proprietari ei gestori forestali europei ritengono inadeguata la nuova strategia Ue e chiedono chiarimenti specifici riguardo 4 punti: i nuovi indicatori, soglie e intervalli dell'UE sulla gestione sostenibile delle foreste; il nuovo sistema volontario di certificazione della gestione forestale più vicino alla natura dell'UE; lo sviluppo del pagamento per i servizi ecosistemici e infine la nuova proposta legislativa sull'osservazione, la comunicazione e la raccolta di dati delle foreste dell'UE.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli