Gianfrancesco Vecchio è il nuovo Mr Prezzi

Si chiama Gianfrancesco Vecchio ed è il nuovo Garante della sorveglianza dei prezzi, meglio conosciuto come Mr.Prezzi.
La carica, che Vecchio ricopre a titolo gratuito, era operativa già dal 19 novembre, con la registrazione della Corte dei Conti. Prima di ricoprire questo incarico, il nuovo mr Prezzi era Direttore generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica del Ministero dello sviluppo economico.

Principale compito del Garante, che resta in carico per tre anni,  è quello di monitorare i rapporti con le associazioni dei consumatori e la gestione dell'Osservatorio prezzi. Il suo ruolo è inoltre finalizzato - si legge in una nota -  "ad aumentare la sinergia fra segnalazioni dei consumatori e attività di monitoraggio e informazione, particolarmente importante in questo momento in cui le difficoltà economiche per le famiglie e il calo dei consumi richiedono la massima attenzione sulle dinamiche dei prezzi".
Questa figura è stata istituita per la prima volta nel 2008, in attuazione della Legge Finanziaria e viene scelta, per decreto del Presidente del Consiglio, tra una rosa di nomi dei dirigenti di prima fascia del Ministero dello Sviluppo Economico.

Prima di Vecchio, avevano svolto lo stesso incarico Antonio Lirosi, Luigi Mastrobuono e Roberto Sambuco, in carica fino a luglio 2012. Su quest'ultimo, in particolare, nel 2011 era stata presentata un'interrogazione parlamentare al Senato per chiederne la rimozione della carica, oltre che per il suo coinvolgimento nell'inchiesta P4, anche per l'incapacità nello svolgere la sua carica. I dati sull'inflazione di quel periodo, considerati dall'Associazioni dei consumatori come "gravissimi e ingiustificati", suscitarono numerose polemiche.

E sull'inutilità di questa carica ne è convinto anche Primo Mastrantoni, segretario Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori). Per Mastrantoni, l'istituzione di questa figura "ha il sapore della presa in gira per i consumatori", perchè "non ha nessun potere in merito, almeno che non si voglia tornare al regime dei prezzi amministrati, tendenza strutturata di alcune componenti stataliste del nostro Governo e della maggioranza".
Una bufala che diventa evidente soprattutto in alcuni settori, come nell'elettricità e gas, dove esiste già un'apposita Autorità: "Se il compito di Mister Prezzi - continua il segretario Aduc - è quello di porre sotto osservazione i prezzi, ricordiamo che esistono gli Osservatori sui prezzi a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale", oltre all'Istat o all'Antitrust. "A cosa serve quindi istituire una Garante?  - si chiede Mastrantoni -  A soddisfare le ambizioni di qualche candidato o a dare l’impressione che si sta facendo qualcosa per contenere l’innalzamento dei prezzi?".