Italia markets close in 6 hours 30 minutes
  • FTSE MIB

    25.443,16
    +87,01 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    35.116,40
    +278,24 (+0,80%)
     
  • Nasdaq

    14.761,29
    +80,23 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • Petrolio

    70,30
    -0,26 (-0,37%)
     
  • BTC-EUR

    31.864,36
    -915,25 (-2,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    922,88
    -20,56 (-2,18%)
     
  • Oro

    1.815,10
    +1,00 (+0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1857
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.423,15
    +35,99 (+0,82%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.142,46
    +24,51 (+0,60%)
     
  • EUR/GBP

    0,8505
    -0,0020 (-0,23%)
     
  • EUR/CHF

    1,0733
    +0,0009 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4857
    -0,0012 (-0,08%)
     

Giansanti (Confagri): riforma Pac è nuova sfida per agricoltori

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 giu. (askanews) - "Tra aiuti diretti e misure per lo sviluppo rurale, il 60% dei fondi europei per l'agricoltura sarà finalizzato con la nuova PAC al miglioramento della sostenibilità ambientale, ma il bilancio è stato ridotto in termini reali rispetto a quanto assegnato al settore nel periodo 2014-2020". Lo rileva il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, con riferimento ai lavori in corso del Consiglio Agricoltura della UE. I ministri hanno dato il via libera all'accordo provvisorio sulla riforma della PAC raggiunto la scorsa settimana.

Per l'agricoltura italiana la riduzione totale dei trasferimenti ammonta, fino al 2027, a 6,2 miliardi di euro, il 15% in meno sul periodo 2014-2020.

"La nuova sfida ambientale impone agli agricoltori di investire in capitale umano e tecnologie - evidenzia Giansanti - Un'esigenza che non si concilia con la contrazione delle risorse finanziarie dell'Unione; tanto più in contesto economico sempre più competitivo e mercati caratterizzati da elevata competitività, anche per la presenza di operatori della finanza".

"La lotta al cambiamento climatico, la tutela delle risorse naturali e la sovranità alimentare sono obiettivi strategici per l'Unione e per gli Stati membri" - prosegue il presidente di Confagricoltura. "L'esito del negoziato sulla riforma della PAC non ha risposto in pieno, sul piano delle risorse finanziarie e degli strumenti, alle attese della società e degli agricoltori. Inoltre, come ha rilevato il ministro Patuanelli, non sono stati fatti sostanziali passi in avanti verso la semplificazione e la semplicità delle regole".

L'accordo sulla nuova PAC prevede la messa a punto di piani strategici che i singoli Stati membri dovranno sottoporre alla Commissione europea entro la fine dell'anno. La novità assoluta è che il piano dovrà includere anche i programmi per lo sviluppo rurale finora rientranti nell'esclusiva competenza delle Regioni. "Abbiamo l'occasione - conclude il presidente di Confagricoltura - per dare un filo conduttore coerente e condiviso tra amministrazione centrale e regioni alle scelte complesse da fare per l'agricoltura italiana".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli