Italia markets close in 4 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    25.514,34
    +24,12 (+0,09%)
     
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • Petrolio

    68,53
    +0,38 (+0,56%)
     
  • BTC-EUR

    32.078,72
    -178,85 (-0,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    940,19
    +13,42 (+1,45%)
     
  • Oro

    1.814,20
    -0,30 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1846
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.156,83
    +11,93 (+0,29%)
     
  • EUR/GBP

    0,8503
    -0,0018 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0735
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4821
    -0,0024 (-0,16%)
     

Giappone, rieletto governatore no-Maglev: problemi per supertreno

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 giu. (askanews) - Heita Kawamatsu, un politico giapponese ambientalista fortemente contrario alla costruzione della linea ferroviaria ultraveloce a levitazione magnetica (Maglev), ha vinto le elezioni prefetturali confermandosi governatore di Shizuoka, ai piedi del monte Fuji. Lo segnala oggi il Nikkei.

Kawamatsu, 72 anni, ha incentrato l'intera campagna elettorale contro il piano della JR Chuo, il provider ferroviario del Giappone centrale, di costruire la linea di treno a levitazione magnetica tra Tokyo e Nagoya, che dovrebbe unire le due città (distanti più meno come Roma e Bologna) in 40 minuti.

La vittoria di Kawamatsu potrebbe far slittare ulteriormente la data di realizzazione del progetto, che ora dovrebbe vedere i primi treni per il 2027.

"Vi ho promesso di proteggere le acque delle Alpi giapponesi meridionali e di proteggere l'ambiente. Lavorerò per trovare la strada per una soluzione", ha detto Kawamatsu nel discorso della vittoria. Il progetto per il Maglev Tokyo-Nagoya vale qualcosa come 50 miliardi di euro.

Kawamatsu si è fatto eleggere come indipendente, dando una sonora lezione al Partito liberaldemocratico, la formazione politica che esprime il leader Yoshihide Suga.

Il governatore no-Maglev, in particolare, sostiene che i tunnel previsti nella sua prefettura per la realizzazione del Maglev potrebbero provocare un inaridimento del flusso del fiume Oi, danneggiando irrimediabilmente il sistema idrico della provincia. Il governatore ha chiesto un confroto aperto con la JR Central.

La costruzione della linea del Maglev è in corso in altre tratte, ma Kawamatsu ha finora bloccato la sezione del maxitunnel a Shizuoka. Questa galleria dovrebbe attraversare anche le prefetture di Shizuoka e Nagano tagliando per lungo le Alpi meridionali giapponesi.

La JR Chuo non ha specificamente commentato la rielezione di Kawamatsu , ma ha assicurato che cercherà di tranquillizzare le popolazioni. Intanto il ministero del Territorio, dei Trasporti e del Turismo ha pubblicato a marzo uno studio nel quale si sostiene che la perdita di flusso sotterraneo del fiume per il tunnel sarebbe "estremamente piccola". Conclusione questa che Kawamatsu ha già chiarito di non accettare.

La costruzione della linea è iniziata nel 2014 e i suoi costi sono già enormemente cresciuti dall'inizio dell'opera. L'arrivo a Nagoya è previsto per il 2027, a Osaka per il 2037.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli