Italia markets open in 7 hours 41 minutes
  • Dow Jones

    29.926,94
    -346,96 (-1,15%)
     
  • Nasdaq

    11.073,31
    -75,29 (-0,68%)
     
  • Nikkei 225

    27.311,30
    +190,80 (+0,70%)
     
  • EUR/USD

    0,9794
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    20.365,78
    -366,23 (-1,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    456,11
    -7,01 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    18.012,15
    -75,85 (-0,42%)
     
  • S&P 500

    3.744,52
    -38,76 (-1,02%)
     

Gioco pubblico: la situazione sulle concessioni, aspettando il riordino

(Adnkronos) -

In collaborazione con Famacs Agency

La situazione del gioco pubblico in Italia sta vivendo un periodo di transizione e rinnovamento importante, che vede da un lato affacciarsi sul mercato nuovi operatori del comparto a distanza, e dall'altro vede impegnata ADM, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sia nella regolamentazione che nel rilascio e nella proroga delle concessioni ad operare.

Il tutto sullo sfondo dell’attesa quanto discussa Legge Delega del Riordino Nazionale che vede in prima linea il MEF con il sottosegretario Freni, e il cui iter di approvazione non è stato ancora completato, tenendo anche conto che, allo stallo della situazione, si è aggiunta la nuova tornata elettorale prevista per il 25 settembre prossimo, che cambierà di fatto l’esecutivo. La Legge Delega, che contiene disposizioni univoche riguardanti la regolamentazione del comparto, sia fisico che a distanza, a tutela della legalità e nella piena armonia e coordinamento legislativi tra Stato e Regioni, è comunque pronta nella sua bozza definitiva, tanto che sarebbe dovuta approdare in Parlamento in tempi sperati più brevi.

Nel frattempo, L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli si trova di fronte all'urgenza di regolarizzare le concessioni già in essere, nonché al compito di monitorare la situazione della legalità, con l’applicazione, in caso di illeciti, dei necessari meccanismi sanzionatori.

A ciò si deve aggiungere la vitalità del settore del gioco, con particolare riferimento al comparto online che, secondo i dati di Agimeg elaborati da ADM, a luglio ha visto un aumento del 4,9 per cento rispetto al mese di giugno di 2022, con una spesa di 160,4 milioni di euro, divisi tra i principali operatori.

Attualmente a dominare il mercato delle quote ai primi tre posti sono GBO/Italy Lottomatica, Sisal e Pokerstars, rispettivamente con 11,48 per cento, 9,12 per cento e 8,8 per cento, ma la situazione è in divenire, visto che anche nuovi operatori stanno entrando sul mercato dei casino online sicuri e affidabili licenziatari ADM come, di recente, è accaduto per Pinnacle, colosso internazionale dei giochi, già noto per le attività di eSports e scommesse.

Nel caso delle concessioni agli operatori a distanza, il meccanismo di rilascio e rinnovo è soggetto a un iter particolare, che vede ADM affiancata dagli Organismi di Verifica riconosciuti o OdV, i quali, a fronte dell’esame della piattaforma di gioco, producono un certificato di conformità che è indispensabile per l'inoltro della domanda all’Agenzia. In caso di rinnovo è compito del concessionario inviare e sottoporre ad ADM tutta la documentazione necessaria, nei tempi stabiliti.

Quanto invece al gioco fisico, l'attuale situazione, anche alla luce del mancato riordino, è ferma a una proroga tecnica non onerosa delle concessioni per apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro al 29 giugno 2023, in base all’articolo 110, comma 6, del T.U.L.P.S. La scadenza, inizialmente prevista per il 30 giugno scorso, riguarda le concessioni per slot machine e videolottery (VLT).

Per quanto concerne invece i concessionari attivi nel mercato delle scommesse, ADM fa sapere, tramite una nota inviata agli operatori di rete fisica, che il canone di concessione valido per il secondo semestre del 2022 non va corrisposto se il soggetto si è avvalso della possibilità di proroga, e sempre se lo stesso non abbia continuato la propria attività di raccolta dopo il primo termine del 30 giugno scorso.