Italia Markets closed

Giovani, in 10 anni crollo contratti tempo indeterminato(-1,4 mln)

Cos

Roma, 25 giu. (askanews) - In questi 10 anni sono mutate profondamente le condizioni di lavoro, in particolare per i giovani: i giovani occupati tra i 15 e i 34 sono diminuiti, dal 2008 al 2017, di ben 1,4 milioni di unità. Se analizziamo questa contrazione per carattere dell'occupazione, i giovani diminuiscono di oltre 1,5 milioni di posti a tempo indeterminato e aumentano di 112mila nel tempo determinato. E' qaunto scrivono i consulenti del lavoro in un loro rapporto sui "giovani sottoccupati e sovra-istruiti".

Nello stesso periodo preso in considerazione, si è assistito ad un aumento del part time (il 30% in più del 2008), che ha prodotto un incremento della sottoccupazione con la proliferazione di quello che viene definito part time involontario (oltre 2,6 milioni di occupati sono coloro che hanno accettato un contratto di lavoro part time pur cercando un lavoro a tempo pieno). Di questi, 890mila hanno tra i 15 e i 34 anni, in aumento rispetto al 2008 di oltre 359mila unità. In termini percentuali, quindi, i giovani che vorrebbero un lavoro full time e ne trovano solo a tempo parziale sono passati dal 48,3% nel 2008 al 74,8% nel 2017.

La possibilità di trovare un lavoro a tempo parziale ed il fatto che questa tipologia stia crescendo a dismisura rispetto agli anni precedenti, sostengono i consulenti del lavoro, diventa una caratterizzazione dell'occupazione nelle fasce di età tra i 15 e i 34 anni. (segue)