Italia Markets closed

Giuseppe Lavazza visita le piantagioni di caffè in Colombia

Red-Mil

Milano, 16 mar. (askanews) - Giuseppe Lavazza, vice presidente del gruppo e Console onorario della Repubblica della Colombia in Torino, insieme a Juan Manuel Santos, Presidente della Repubblica di Colombia e Premio Nobel per la Pace 2016, ha visitato le comunità del municipio di Mesetas nel dipartimento di Meta, ai piedi della Cordigliera Orientale, una zona altamente simbolica per la rinascita del Paese dal conflitto armato, dove per anni la coltivazione del caffè è stata abbandonata.

Dal 2015, Lavazza declina in quest'area il proprio programma globale Tierra! attraverso la Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza Onlus, in partnership con istituzioni locali, Ong e aziende, volto allo sviluppo dell'imprenditorialità, alla formazione agricola e tecnologica e al miglioramento delle infrastrutture. L'obiettivo finale consiste nel migliorare le condizioni sociali e ambientali e le tecniche produttive delle comunità di produttori di caffè e delle loro famiglie.

Il progetto, dopo una prima fase dal 2015 al 2017, è ora entrato nel vivo della seconda fase, avviata lo scorso anno, durante la Fondazione si è posta l'obiettivo di fornire ai coltivatori di caffè gli strumenti per gestire e minimizzare gli effetti del cambiamento climatico, ma anche rilanciare l'economia regionale e reintegrare le famiglie di coltivatori presso territori che negli ultimi decenni sono stati interessati da profonde crisi sociali. In questo ambito rientra l'incontro di oggi con le comunità locali, il quale sancisce l'implementazione del piano "Technology Transformation" voluto e sostenuto dalla Fondazione Lavazza, realizzato grazie a una partnership internazionale che vede protagoniste le istituzioni colombiane - presidenza e ministero per le Telecomunicazioni, Ane - Carcafè, Microsoft, Sap, e i coordinatori del piano ALOpartners, e la ong Makaia.

"Sono onorato di partecipare a questa visita insieme al presidente Santos: per Lavazza, l'importanza della Colombia, terzo esportatore mondiale di caffè, è testimoniata dal duraturo rapporto instaurato nel Paese, da cui importiamo alcune delle più pregiate origini che caratterizzano le sue storiche miscele e nel quale implementiamo alcuni dei nostri progetti pionieristici per lo sviluppo sostenibile - ha affermato Giuseppe Lavazza - Nella nostra visione strategica, l'integrazione sempre più profonda tra la crescita economica, l'inclusione sociale e la tutela dell'ambiente sono l'unico paradigma in grado di creare valore condiviso oltre che di salvaguardare il mondo in cui viviamo".

Durante la giornata, la delegazione si è collegata in video conferenza con la sede di Torino dell'azienda, per uno scambio di saluti con presidente Alberto Lavazza e vice presidente Marco Lavazza. Alberto Lavazza ha ringraziato il Presidente Santos, ma anche i contadini, "le prime persone che hanno a che fare con il caffè, che ringrazio per la passione, l'impegno e la cura con cui lavorano la materia prima che ci ha resi un'azienda di successo". Dopo la visita congiunta, la Fondazione Lavazza, insieme ai partner che hanno reso possibile il raggiungimento di risultati così importanti in così breve tempo, guarda già al futuro. Gli obiettivi sono ambiziosi: ampliare il raggio di azione ad altre zone del dipartimento del Meta e aumentare il numero delle strutture - scuole, fattorie - e delle famiglie beneficiarie delle tre componenti del progetto: accesso e connettività Internet, appropriazione culturale e tecnologica, empowerment dei produttori.