Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.976,23
    +183,56 (+0,53%)
     
  • Nasdaq

    14.871,98
    +91,45 (+0,62%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,1841
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    33.986,29
    +471,29 (+1,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    992,86
    +16,97 (+1,74%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • S&P 500

    4.419,00
    +16,34 (+0,37%)
     

Giuseppe Rinaldi torna con il programma true crime “Detectives - Casi risolti e irrisolti”

·1 minuto per la lettura

Giuseppe Rinaldi torna in tv da sabato 12 giugno, alle 22:40 su Rai 2 con “Detectives - Casi risolti e irrisolti”, nuovo programma true crime.

Firma di punta di “Chi l'ha visto”, il giornalista racconterà i cold case più suggestivi, in collaborazione con la Polizia di Stato.

«Sperimenteremo nuovi linguaggi, il nostro obbiettivo è quello di metterci al servizio non solo dello spettatore, ma della comunità senza indugiare nei dettagli morbosi, anzi faremo l'opposto. Grazie all'importante collaborazione con la polizia di stato, forniremo un racconto dettagliato dei fatti», riporta l’Ansa, che ha raccolto le dichiarazioni del giornalista nel corso di una conferenza web, dove c’era anche il direttore di rete Ludovico di Meo e di Francesco Messina, Direttore Centrale Anticrimine della Polizia di Stato.

Bandito dal programma sarà però il caso di Denise Pipitone.

«Mi occupo di cronaca nera da tanti anni, non mi va di entrare in polemica con nessuno. Vi sembra normale toccare un argomento del genere nel momento in cui il mondo se ne sta già occupando, ogni trasmissione ormai? Io ho vissuto il caso a Mazara del Vallo dai primi momenti. Quando ci sono casi - prosegue Rinaldi - che assomigliano alle favole, alle storie, ci troviamo di fronte a un interesse fortissimo da parte del pubblico. Ecco Denise è come Biancaneve, vittima pura e innocente. Come lei altre storie drammatiche. I Mass media raccolgono un interesse già presente nel pubblico, e lo alimentano. Sanno che spingendo su un caso si ottiene un risultato maggiore».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli