Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.931,07
    +669,17 (+2,14%)
     
  • Nasdaq

    11.544,53
    +189,91 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0697
    +0,0136 (+1,28%)
     
  • BTC-EUR

    28.169,87
    -58,88 (-0,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    676,64
    +1,76 (+0,26%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.978,77
    +77,41 (+1,98%)
     

Gli americani ricchi sono sempre più pessimisti sull’economia USA

Gli americani ricchi sono sempre più pessimisti sull’economia USA
Gli americani ricchi sono sempre più pessimisti sull’economia USA


La crescita economica degli Stati Uniti è solida; sia l'economia che il mercato del lavoro sono finalmente tornati a tutto gas dopo la pandemia di COVID-19. Tuttavia, l'aumento dei tassi di interesse e l'inflazione persistentemente elevata stanno minacciando la ripresa economica. Jeseo Park, analista di Bank of America, martedì ha affermato che gli americani non vedono allo stesso modo dove potrebbe essere diretta l'economia USA.

I numeri

Park ha affermato che le letture del BofA US Consumer Confidence Indicator (USCCI) per il mese di aprile indicano che gli americani più ricchi stanno diventando sempre più pessimisti sulle prospettive economiche degli Stati Uniti.

In effetti, il sentiment positivo tra gli americani a reddito più elevato è sceso dal 37,2% di fine marzo ad appena il 28,3% del 21 aprile; nello stesso periodo, il sentiment positivo tra gli americani a basso reddito è migliorato dal 28,3% al 30,5%.

Park ha affermato che le letture dell'indicatore del sentiment sono coerenti con i dati interni delle carte di credito e di debito di Bank of America, che recentemente hanno mostrato un aumento della spesa a basso reddito.

“Contrariamente a quanto si pensa, la spesa delle famiglie a basso reddito ha resistito abbastanza bene nonostante l'impennata dell'inflazione”, ha dichiarato Park.

I salari

Fino a questo punto dell’anno, la crescita dei salari ha avvantaggiato maggiormente i percettori a basso reddito rispetto a quelli con reddito più elevato; Park ha affermato che i salari medi per il 25% più basso dei percettori sono aumentati del 6,1% su base annua, mentre la crescita dei salari per il 25% più alto dei percettori è aumentata di appena il 3,3%

Nel complesso, Park ha affermato che i consumatori nutrono ancora preoccupazioni per la pandemia e per la possibilità che la guerra in Ucraina provochi una costante inflazione dei prezzi nel corso dell’anno; questi timori sembrano riflettersi nell'SPDR S&P 500 ETF Trust (NYSE:SPY), che attualmente è in calo dell'11,2% da inizio anno.

Il punto di vista di Benzinga

La principale differenza di sentiment tra i percettori con reddito più alto e quelli con reddito più basso può essere psicologica; durante il momento peggiore della pandemia molti percettori a basso reddito hanno avuto a che fare con chiusure delle attività, obblighi di indossare la mascherina, assistenza ai bambini e altre difficoltà finanziarie, mentre un considerevole numero di percettori ad alto reddito ha lavorato a distanza e ha generato enormi rendimenti nel mercato azionario.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.

Continua a leggere su Benzinga Italia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli