Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.088,36
    -340,57 (-1,52%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,03 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    +12,15 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,45
    -125,41 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    51,98
    -1,15 (-2,16%)
     
  • BTC-EUR

    26.531,45
    -299,55 (-1,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,44
    +41,45 (+6,79%)
     
  • Oro

    1.855,50
    -10,40 (-0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,2174
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.447,85
    -479,91 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.602,41
    -15,94 (-0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8895
    +0,0036 (+0,41%)
     
  • EUR/CHF

    1,0769
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5500
    +0,0125 (+0,81%)
     

Gli errori di grammatica più comuni: si scrive con o senza n?

info@wecanjob.it (WeCanJob.it)
·2 minuto per la lettura

Gli errori di grammatica più comuni: si scrive con o senza n?

Attualmente l’importanza di conoscere le lingue è riconosciuta in ogni contesto. Ma prima di avventurarci nello studio di fonemi sconosciuti e idiomi stranieri, siamo sicuri di conoscere la nostra lingua madre? Non serve poi molto per capire, infatti, che usare la lingua italiana con consapevolezza e abilità non è così scontato. Oltre a una buona base grammaticale acquisita durante gli anni della scuola primaria sono necessari esercizio e curiosità per coltivare l’arte della comunicazione e scongiurare gli errori più comuni della lingua italiana. 

Gli errori di grammatica più comuni: si scrive con o senza n?

Teniamo presente che molte defaillances sono generate da una pronuncia scorretta nel parlato. È il caso, per esempio, di alcuni lemmi che creano confusione per l’utilizzo della consonante nasale “n”, come nei casi che seguono:

L’importanza della comunicazione

Se riflettiamo sul termine “comunicazione” ci accorgiamo che all’interno della sua etimologia è contenuto un aspetto fondamentale: comunicare, infatti, significa letteralmente “mettere in comune”. Preso atto di questa caratteristica imprescindibile, non ci rimane che chiederci cos’è che vogliamo mettere in comune con il nostro interlocutore.

Un concetto, un pensiero, un’idea si veicola attraverso la lingua e il modo in cui la usiamo definisce i contorni di ciò che vogliamo esprimere. Commettere errori per superficialità, ignoranza o disattenzione pregiudicherà, quindi, qualsiasi tipo di interazione. Che si tratti di un compito in classe, di un colloquio, di un report professionale o di un documento formale, è indispensabile evitare errori di grammatica che salterebbero immediatamente all’occhio e impedirebbero alla persona a cui ci rivolgiamo di inquadrarci senza pregiudizi.

Mettiti alla prova, leggi anche questi articoli per toglierti qualche altro dubbio:

 

La redazione di WeCanJob

Autore: We Can Job. Per approfondimenti su formazione e lavoro visita il sito Wecanjob.it.