Italia Markets closed

Goldman a caccia di migliaia di nuovi clienti aziendali

A24/Spa

New York, 23 mar. (askanews) - Goldman Sachs va a caccia di migliaia di nuovi clienti aziendali in giro per il mondo. Così facendo, la banca di Wall Street vuole potenziale una divisione - quella dell'investment banking - che ha permesso di controbilanciare la debolezza di quella dedicata alle attività di trading. In pratica, il gruppo punta sulle aree di business che garantiscono margini più alti.

In una lettera ai soci, il Ceo Lloyd Blankfein ha spiegato di volersi concentrare su aziende sia pubbliche sia private perché tra di loro "abbiamo uno spazio significativo per costruire relazioni". Se attualmente la divisione di investment banking si occupa di 8.000 gruppi circa, Goldman vuole arrivare a mille di più. Questo significa che Goldman farà trottare i suoi dipendenti su scala globale, con un focus particolare in Nord America. La città canadese di Toronto e quelle americane di Atlanta, Dallas e Seattle sono state citate come "hub sempre più importanti per l'attività aziendale".

La lettera di Blankfein segue l'annuncio, dato il 12 marzo scorso, dell'uscita il prossimo aprile di Harvey Schwartz, copresidente e codirettore operativo di Goldman. Con l'addio di Schwartz, David Solomon resterà l'unico a ricoprire il ruolo di presidente e direttore operativo, cosa che potrebbe renderlo il successore più probabile di Blankfein. Solomon aveva gestito proprio la divisione su cui ora Goldman punta.

Lo scorso anno, i ricavi generati dalle attività di investment banking sono stati pari a 7,37 miliardi di dollari, il 23% del totale; nel 2016 erano il 20% delle vendite complessive e nel 2009 erano solo l'11% del fatturato di gruppo. Forse, prima della sua uscita - che secondo il Wall Street Journal potrebbe avvenire già entro fine anno - colui che è Ceo dal 2006 vuole mettere la banca sulla retta via.