Italia Markets open in 2 hrs 56 mins

Goldman Sachs positiva sull’azionario Asia: +18% nel 2021

Virgilio Chelli
·2 minuto per la lettura
Goldman Sachs positiva sull’azionario Asia: +18% nel 2021
Goldman Sachs positiva sull’azionario Asia: +18% nel 2021

Rimbalzo della crescita e politiche monetarie e fiscali accomodanti creano una combinazione favorevole per le azioni della regione, con i ciclici meglio posizionati rispetto ai titoli difensivi

Valutazioni decisamente positive per l’azionario asiatico di Goldman Sachs, che in una Portfolio Strategy Research prevede per il 2021 un ritorno totale in dollari del 18% per l’azionario della regione Asia-Pacifico. La research di Goldman spiega che la previsione si inquadra nel contesto della ripresa economica globale dopo lo shock da virus e sull’atteso rimbalzo degli utili delle aziende dell’area da livelli compressi. Goldman Sachs sottolinea le condizioni favorevoli create per l’azionario asiatico dalla combinazione di ripresa economica e di politiche destinate a rimanere rilassate e accomodanti. Un ulteriore elemento positivo è rappresentato dal posizionamento ancora leggero degli investitori sugli asset azionari asiatici.

STIME DI CRESCITA 2021 AL 7,5%

La research di Goldman vede con particolare favore i titoli ciclici e continua a vedere positivamente i temi di crescita legati all’economia digitale asiatica. Il tutto supportato dall’attesa di una robusta ripresa economica della regione nel 2021. Gli economisti di Goldman Sachs prevedono una crescita del PIL globale più elevata del consensus nel 2021 e pari al 6%, ma per quanto riguarda l’Asia escluso il Giappone la previsione si spinge fino a un +7,5%. Il che, secondo Goldman, ha tre importanti implicazioni per l’azionario asiatico.

I CICLICI FARANNO MEGLIO DEI DIFENSIVI

La prima è che i titoli ciclici continuino a sovra-performare i titoli difensivi. In secondo luogo, Goldman si aspetta che tassi reali bassi, sia in termini nominali che reali, supporti le valutazioni azionarie, anche se si verificasse qualche aumento dei rendimenti delle obbligazioni. La terza implicazione, secondo Goldman, è che un dollaro debole e prezzi in rialzo delle commodity rappresentino un ulteriore vento in poppa per i mercati della regione.

ATTESO FORTE AUMENTO DEGLI UTILI

Goldman prevede anche un deciso aumento degli utili societari nel 2021, con ulteriori progressi nel 2022, dopo una flessione del 5% in 2020. L’espansione degli utili della regione è stimata infatti al 23% l’anno prossimo e al 16%il successivo, in un processo amplificato dal miglioramento dei margini. Proprio gli utili secondo Goldman saranno il driver principale dell’elevato ritorno atteso dagli investimenti in azioni asiatiche. In particolare, Goldman sovrappesa l’azionario cinese e quello coreano, mentre migliora anche il giudizio sull’India, ritenendola il mercato che dovrebbe trarre maggior beneficio dal vaccino anti virus.

TRE TEMI DI INVESTIMENTO

Inoltre, Goldman identifica 3 temi destinati ad essere sostenuti dalla crescita economica, uno strutturale, fatto di digitale, un altro rappresentato dai titoli ciclici e value, e infine energia e rinnovabili..