Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.766,09
    +280,08 (+1,14%)
     
  • Dow Jones

    34.382,13
    +360,68 (+1,06%)
     
  • Nasdaq

    13.429,98
    +304,99 (+2,32%)
     
  • Nikkei 225

    28.084,47
    +636,46 (+2,32%)
     
  • Petrolio

    65,51
    +1,69 (+2,65%)
     
  • BTC-EUR

    40.267,71
    +105,90 (+0,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,33
    +39,77 (+2,93%)
     
  • Oro

    1.844,00
    +20,00 (+1,10%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    +0,0062 (+0,51%)
     
  • S&P 500

    4.173,85
    +61,35 (+1,49%)
     
  • HANG SENG

    28.027,57
    +308,90 (+1,11%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.017,44
    +64,99 (+1,64%)
     
  • EUR/GBP

    0,8610
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0943
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4697
    +0,0005 (+0,04%)
     

Google Trend come Metrica di Valutazione del Bitcoin

Alessandro Lavarello
·1 minuto per la lettura

In un precedente articolo del 19 Aprile, intitolato Bitcoin: Un Grafico per Sognare, Aggiornamento Dopo il -20%, segnalavo l’area di supporto posta a 46000$, che non doveva essere violata, e così è stato anche durante la discesa dei giorni successivi, infatti il prezzo si è fermato a 46800$ per poi rimbalzare.

Il trend, a mio parare è ancora in una fase delicata, perché per avere una piena ripresa rialzista il prezzo deve restare con chiusure giornaliere sopra 57400$.

Uscendo dalle valutazioni grafiche segnalo un’altra metrica su cui ragionare per comprendere e provare a predire l’andamento del bitcoin: è l’utilizzo di Google trend.

Facendo una semplice ricerca utilizzando come parola chiave bitcoin, ed inserendo come unico parametro di area geografica, tutto il mondo, possiamo vedere che le ricerche su Google relative a btc sono ad oggi ancora inferiori a quelle di fine 2017.

Anche in questo tipo di ricerca il risultato viene ad essere graficato, in modo tale che ad esso possiamo applicare i fondamenti della analisi tecnica.
Ipotizzando che il trend di ricerca possa in un prossimo futuro, vicino o lontano che sia, arrivare a toccare i picchi del 2017, creando un doppio massimo, sarebbe da valutare come un possibile triger per eventuali correzioni del bitcoin.

Ovviamente il tutto dovrà essere accompagnato con un’attenta analisi grafica dell’andamento del prezzo.

Ad oggi il valore della ricerca è al 50% rispetto ai picchi del 2017, per cui possiamo ipotizzare che il prezzo del btc ha ancora ampi margini di crescita.

Per restare sempre aggiornati sulle analisi di Alessandro Lavarello potete seguire la sua pagina Facebook o il suo profilo di TradingView.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: