Italia markets open in 1 hour 14 minutes
  • Dow Jones

    33.874,24
    -71,34 (-0,21%)
     
  • Nasdaq

    14.271,73
    +18,46 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    28.844,37
    -30,52 (-0,11%)
     
  • EUR/USD

    1,1926
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    27.482,39
    -1.386,14 (-4,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    791,32
    -18,87 (-2,33%)
     
  • HANG SENG

    28.846,08
    +29,01 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.241,84
    -4,60 (-0,11%)
     

Governare il futuro. Apple, nel 2020 bloccate un milione di app a rischio frode

·Componente del Collegio del Garante per la protezione dei dati personali
·1 minuto per la lettura
Governare il futuro. Apple, nel 2020 bloccate un milione di app a rischio frode
Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Nel 2020 Apple avrebbe impedito la diffusione attraverso il suo App Store di un milione di app che avrebbero esposto gli utenti a rischio di ogni genere di frodi che avrebbero potuto costar loro oltre un miliardo e mezzo di dollari.

Sono alcuni dei numeri che Apple ha appena snocciolato in un post sul suo blog per dar conto dell’entità e dei risultati dell’attività di moderazione, verifica e controllo che svolge all’interno del suo supermercato di app.

Non è tutto oro quello he luccica, per carità, ma prima di dire che così non funziona bisogna identificare misure altrettanto efficaci per garantire altrettanta sicurezza nell’ecosistema.

È evidente che Apple non è un’Autorità di protezione del mercato né un’associazione per la difesa dei diritti dei consumatori e non agisce, quindi, né in nome della legge e mossa da un interesse pubblico né per ragioni filantropiche.

Ed è altrettanto evidente che la sua azione da sceriffo o vigile urbano della circolazione delle app in uno dei crocevia più trafficati al mondo ha ricadute, impatti e conseguenze significativi in termini competitivi perché, nella società digitale nella quale viviamo – specie in tempo di pandemia – poter essere o non essere nell’App Store della società di Cupertino significa tutto o quasi tutto per il successo o l’insuccesso di un’impresa, che si tratti di un’impresa digitale o di un’impresa tradizionale che, tuttavia, ha bisogno di usare una app come volano della propria attività magari, anche, per bypassare le difficoltà legate ai lockdown e ai distanziamenti sociali che hanno caratterizzato l’ultimo anno.

Chi regola la circolazione al centro di un crocevia tanto importante, inesorabilmente, amministra giustizia e diritti, diritti che nel caso in questione sono straordinariamente preziosi, nella ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli