Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.874,24
    -71,34 (-0,21%)
     
  • Nasdaq

    14.271,73
    +18,46 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    28.874,89
    -9,24 (-0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1930
    -0,0013 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    27.825,81
    +223,77 (+0,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    795,07
    -15,12 (-1,87%)
     
  • HANG SENG

    28.817,07
    +507,31 (+1,79%)
     
  • S&P 500

    4.241,84
    -4,60 (-0,11%)
     

Governo Draghi, Letta: "Salvini fattore di instabilità"

·1 minuto per la lettura

"La questione principale per Salvini è la competizione con Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia. Salvini sa che la Meloni all'opposizione cresce nei sondaggi, mentre lui è in calo. E scarica questa tensione sul governo. Questo è un errore. Dobbiamo sostenere il governo e lasciarlo lavorare perché questa è una grande opportunità per l'Italia. Salvini è un fattore di instabilità". Lo spiega Enrico Letta in una intervista al quotidiano spagnolo 'Abc'.

Il segretario del Pd, tra i tanti temi, affronta anche quello delle migrazioni: "Italia e Spagna devono combattere insieme una grande battaglia per una nuova politica dell'immigrazione in Europa. So che i nostri due ministri degli Esteri, Arancha Gonzalez e Luigi Di Maio, due politici di grandi qualità, stanno lavorando per questo, in stretta collaborazione con Josep Borrell, il cui ruolo è fondamentale e che sta facendo molto bene in Europa. La questione dell'immigrazione dopo la pandemia sarà di nuovo centrale".

Letta ritorna sulla questione della stabilizzazione del Recovery plan: "La possibilità di rendere permanente il piano Next generation Eu dipende da come verranno utilizzati i fondi, la maggior parte dei quali andrà a Spagna e Italia. Se avremo successo nell'utilizzare le risorse, sarà più facile lottare per rendere questo strumento di investimento permanente nei prossimi decenni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli