Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.688,27
    -112,33 (-0,33%)
     
  • Nasdaq

    13.841,02
    -59,17 (-0,43%)
     
  • Nikkei 225

    29.538,73
    -229,33 (-0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,1913
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    50.380,86
    -351,37 (-0,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.281,67
    -12,92 (-1,00%)
     
  • HANG SENG

    28.453,28
    -245,52 (-0,86%)
     
  • S&P 500

    4.122,63
    -6,17 (-0,15%)
     

Governo prepara decreto sostegni, stop licenziamenti fino a giugno e fondi cig in bozza

di Angelo Amante e Giuseppe Fonte
·2 minuto per la lettura
Il presidente del Consiglio Mario Draghi

di Angelo Amante e Giuseppe Fonte

ROMA (Reuters) - Il governo guidato da Mario Draghi è in procinto di estendere il blocco dei licenziamenti introdotto per la prima volta quasi un anno fa a fronte dell'epidemia di coronavirus, secondo un documento, visto da Reuters, che contiene lo schema del nuovo pacchetto di stimoli da 32 miliardi di euro.

Il divieto di licenziare scade il 31 marzo ma è probabile che venga esteso fino al 30 giugno, stando alla bozza vista da Reuters, che propone anche di rifinanziare la cassa integrazione per tutto il 2021.

Sarebbero almeno 250.000 i lavoratori a rischio in caso di mancata proroga del blocco, riferisce una fonte governativa citando stime del Tesoro.

Il decreto dovrebbe essere approvato la prossima settimana in consiglio dei ministri e farà lievitare il deficit di quest'anno all'8,8% dal 7% indicato a settembre.

Stime di crescita e obiettivi di finanza pubblica saranno comunque aggiornate ad aprile, con il varo del Documento di economia e finanza (Def).

L'economia italiana ha chiuso il 2020 con una flessione dell'8,9%, la peggiore dal dopoguerra, a causa delle restrizioni imposte per frenare l'epidemia.

Ieri il governo ha approvato un nuovo Dpcm con il quale ha disposto la chiusura di tutte le scuole nelle aree più colpite dal Covid-19 e ha esteso le restrizioni già in vigore fino a dopo Pasqua, mentre cresce la preoccupazione per la diffusione di nuove varianti del virus.

Primo paese occidentale a essere colpito dalla pandemia, l'Italia ha registrato finora 98.288 vittime, il secondo maggior numero di morti in Europa e il settimo al mondo.

Il pacchetto include 600 milioni per la filiera del turismo invernale e 2 miliardi di euro per la campagna di vaccinazione.

A sostegno di imprese e professionisti con fatturato fino a 5 milioni di euro sono previsti ulteriori ristori parametrati alle perdite del 2020.

Tra le misure fiscali, la bozza cita anche lo stralcio di circa 60 milioni di cartelle con un costo stimato in circa 2 miliardi al 2022.

(in redazione a Milano Gianluca Semeraro)