Italia markets close in 8 hours 29 minutes
  • FTSE MIB

    26.970,95
    +155,16 (+0,58%)
     
  • Dow Jones

    35.756,88
    +15,73 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    15.235,71
    +9,01 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    29.098,24
    -7,77 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    83,63
    -1,02 (-1,20%)
     
  • BTC-EUR

    52.323,72
    -1.811,33 (-3,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.477,71
    -27,44 (-1,82%)
     
  • Oro

    1.790,90
    -2,50 (-0,14%)
     
  • EUR/USD

    1,1612
    +0,0009 (+0,08%)
     
  • S&P 500

    4.574,79
    +8,31 (+0,18%)
     
  • HANG SENG

    25.593,50
    -444,77 (-1,71%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.223,97
    +35,66 (+0,85%)
     
  • EUR/GBP

    0,8428
    +0,0008 (+0,09%)
     
  • EUR/CHF

    1,0659
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4378
    +0,0012 (+0,08%)
     

Governo, i temi sul tavolo: domani Cdm

·2 minuto per la lettura

Governo al rush finale sul doppio binario del decreto fiscale e del documento programmatico di Bilancio da approvare i Consiglio dei ministri domani. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha convocato per oggi alle 18 la cabina di regia per fare il punto sui due provvedimenti. A quanto apprende l'Adnkronos, il decreto dovrebbe essere un 'omnibus' con gli interventi fiscali, un pacchetto di norme del ministero del Lavoro e alcuni rifinanziamenti, come emerso negli ultimi giorni, o potrebbe 'sdoppiarsi' in due decreti. Il tutto accanto al lavoro sul Dpb con i saldi della manovra, da notificare entro la mezzanotte di domani alla Commissione europea di Bruxelles. Per la legge di Bilancio vera e propria, il governo potrebbe concedersi qualche giorno in più, visto che la notifica alle Camere è fissata entro il 20, ma già in passato è slittata di qualche giorno.

Sul fronte fiscale lo schema definitivo delle misure sarà definito, dopo la cabina di regia ma intanto l'intenzione resta quella di dilazionare i pagamenti delle cartelle dopo lo sblocco dell'attività di notifica dal primo settembre. Sul tavolo resta l'ipotesi di concedere al contribuente 4 mesi in più per mettersi in regola. In arrivo anche una rimodulazione dei termini per saldare le rate della rottamazione-ter e del saldo e stralcio e l'estensione del numero di rate il cui mancato pagamento determina la decadenza dei provvedimenti di rateizzazione in corso prima dell'inizio della sospensione Covid-19.

CIG - Nel provvedimento troverebbero spazio anche le risorse per rifinanziare fino al 31 dicembre ulteriori 13 settimane di cassa integrazione con causale Covid, senza contributo addizionale, anche al fine di gestire l’uscita 'graduale' dal blocco dei licenziamenti (in programma per i 31 ottobre) per il terziario, le piccole imprese, oltre che i comparti manifatturieri della moda, del tessile e delle calzature.

CONGEDI CON FIGLI IN DAD - Nel dl potrebbe confluire anche la norma per i congedi parentali, retribuiti al 50%, per i genitori con i figli in quarantena o in dad.

RISORSE PER QUARANTENA - Nel dl anche le risorse (circa 900 mln) per rifinanziare la quarantena retribuita assimilandola alla malattia.

Il Documento programmatico di Bilancio fisserà i saldi della manovra che si appresta a superare i 23 miliardi, forte dei 22,5 mld liberati dallo scarto tra il deficit programmatico ed il tendenziale alla luce delle migliorate stime di crescita del 2021; entrate migliori delle attese e l'impatto del calo del fabbisogno. Il Dpb indicherà inoltre le principali misure da inserire in Legge di Bilancio: un anticipo delle misure della riforma fiscale e le norme per il superamento dello schema di anticipo pensionistico Quota 100.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli