Italia markets close in 3 hours 37 minutes
  • FTSE MIB

    19.105,35
    +19,40 (+0,10%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,34
    +0,31 (+0,77%)
     
  • BTC-EUR

    10.967,12
    +1.637,71 (+17,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,23
    +16,34 (+6,67%)
     
  • Oro

    1.917,20
    -12,30 (-0,64%)
     
  • EUR/USD

    1,1826
    -0,0041 (-0,34%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.177,33
    -3,37 (-0,11%)
     
  • EUR/GBP

    0,9023
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,0727
    -0,0004 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5557
    -0,0023 (-0,15%)
     

Granarolo lancia prima confezione plant-based 100% riciclabile

Mlo
·2 minuti per la lettura

Milano, 2 ott. (askanews) - Una confezione a base vegetale realizzata per l'87% con materiale proveniente da fonti rinnovabili. E' la novità annunciata da Granarolo per il latte della gamma Accadì alta digeribilità senza lattosio. La confezione in Tetra Stelo Aseptic Edge Wingcap, nata dalla sinergia tra Granarolo e Tetra Pak e presentata per la prima volta in Italia, consente di ridurre le emissioni di CO2 proprio perchè per l'87% è fatta con materiali provenienti da fonti rinnovabili, nello specifico carta certificata Fsc, proveniente da foreste gestite in maniera responsabile e da altre fonti controllate e un polimero ottenuto da canna da zucchero per le componenti del tappo, del collo del tappo e di due dei rivestimenti della confezione. Grazie all'utilizzo del polimero da fonte rinnovabile, è stato calcolato che questa confezione riciclabile a prevalenza carta permette una riduzione delle emissioni di Co2 del 20% rispetto alla stessa confezione che utilizza materiali convenzionali da polimero da fonte fossile, certificato da Carbon Trust, l'associazione non a scopo di lucro istituita per aiutare organizzazioni e aziende a ridurre il loro impatto in termini di carbonio in atmosfera. La riduzione di emissioni di CO2 è stata calcolata attraverso la comparazione dell'impronta ecologica Carbon Footprint del pack standard (56g di CO2 equivalente per chilo di prodotto) rispetto al pack plant-based Tetra Stelo, (45g CO2 equivalente al chilo). Il polietilene della plastica plant-based proviene dalla canna da zucchero, una fonte rinnovabile, uguale nelle caratteristiche chimico-fisiche e nelle performance del corrispettivo polietilene da petrolio, assieme a cui viene riciclato, ma ha un minore impatto sull'ambiente,dal momento che la canna da zucchero, mentre cresce, assorbe CO2. "Oggi con Tetra Pak, partner storico di Granarolo, facciamo un grande passo avanti. Siamo orgogliosi di poter annunciare che in Italia la prima confezione Tetra Stelo di latte sia Granarolo e che questa confezione derivi per l'87% da fonti rinnovabili - ha commentato il Presidente di Granarolo Gianpiero Calzolari - Serve però un ulteriore passo avanti che può venire anche dal momento che stiamo vivendo, un momento giusto per lanciare un grande progetto nazionale volto a ragionare lungo l'intero ciclo di vita del packaging (confezionamento e fine vita), coinvolgendo giovani ricercatori e istituzioni, utilizzando, laddove possibile, il Recovery Fund. Dobbiamo agire velocemente e su tutti i fronti, attuando azioni sinergiche costanti che portino a risultati riscontrabili".