Italia markets close in 3 hours 32 minutes
  • FTSE MIB

    25.709,15
    -8,27 (-0,03%)
     
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.161,80
    +213,07 (+0,74%)
     
  • Petrolio

    71,26
    +0,35 (+0,49%)
     
  • BTC-EUR

    32.387,50
    +2.583,44 (+8,67%)
     
  • CMC Crypto 200

    977,04
    +35,23 (+3,74%)
     
  • Oro

    1.857,00
    -22,60 (-1,20%)
     
  • EUR/USD

    1,2120
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.131,26
    +4,56 (+0,11%)
     
  • EUR/GBP

    0,8592
    +0,0011 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0884
    +0,0015 (+0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,4740
    +0,0026 (+0,18%)
     

Grande recupero, ma si torna ribassisti

·1 minuto per la lettura

Le Borse festeggiano nel bel mezzo della seconda ondata pandemica e anche in seguito a un risultato elettorale americano al momento senza un vincitore ufficiale; bizzarro, ma il fascino della Borsa è anche questo.

Tecnicamente il FtseMib è riuscito ancora una volta a portarsi a ridosso dei 20.000 punti, tuttavia il trend di fondo non cambia finchè si rimane sotto tale livello e quindi ora si creano in presupposti per una nuova fase ribassista con obiettivi in area 19.000 e a 18.000 dell’indice.

Solo quindi con una chiusura sopra 20.000 vi sarebbe un segnale rialzista, tuttavia il quadro generale che abbiamo davanti non crea molte aspettative per un ritorno a breve sui max di luglio, poco sopra i 21.000 punti di FtseMib.

Operativamente si è riusciti a chiudere benissimo le operazioni ribassiste, tuttavia ci siamo lasciati sfuggire questo rialzo, in quanto considerato rischioso e oggettivamente difficile da prevedere, soprattutto con questa intensità; in area 19.600/19.900 si possono invece aprire nuove operazioni ribassiste o ovviamente vendere titoli se si hanno dei guadagni, confidando in una discesa nelle prossime settimane, e ponendosi come obiettivi le aree di supporto sull’indice sopra descritti.

Autore: Alessio Zavarise Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online