Italia markets open in 8 hours 53 minutes
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,32 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -131,02 (-0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,22 (-0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,1874
    -0,0037 (-0,31%)
     
  • BTC-EUR

    30.051,55
    -342,07 (-1,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,67 (+0,85%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     

Gravina: "Il calcio non può fare a meno della Juve. Ci sono i presupposti per superare le distanze"

·1 minuto per la lettura

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine di un incontro a Torino sul calcio dilettantistico e regionale parlando del contenzioso in corso con la Juventus sul tema Superlega.

Gabriele Gravina | Paolo Bruno/Getty Images
Gabriele Gravina | Paolo Bruno/Getty Images

Stando alle dichiarazioni rilasciate dal numero uno del calcio italiano ci sono i presupposti per superare le divergenze tra Juventus e FIGC e che i dialoghi tra l'esecutivo e il club bianconero sono costanti.

Andrea Agnelli | MIGUEL MEDINA/Getty Images
Andrea Agnelli | MIGUEL MEDINA/Getty Images

"Se ho sentito Agnelli? Certamente, per me è doveroso cercare un percorso di dialogo. Al di là delle scelte che prenderà, mi sento di dire che ci sono i presupposti per il superamento di posizioni che in questo momento sono distanti. Io devo difendere la competizione, non le singole società. Le regole prescindono le dimensioni economiche delle società e anche le loro tifoserie. Il calcio, nazionale e internazionale, non può fare a meno della Juventus ma le regole vanno rispettate", queste le parole di Gravina riportate dall'ANSA.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli