FTSE MIB
21.819,48
+143,73
0,66%
Genera grafico per FTSEMIB.MI
ALL-SHARE
23.265,11
+147,39
0,64%
ITLMS.MI
Ftse 100
6.703,00
+28,26
0,42%
^FTSE
Dax
9.548,68
+4,49
0,05%
^GDAXI
Dow Jones
16.521,76
+20,11
0,12%
^DJI
S&P 500
1.881,85
+6,46
0,34%
^GSPC
Nikkei 225
14.404,99
-141,28
0,97%
^N225
Euro-Dollaro
1,3824
0,0006
0,04%
Genera grafico per EURUSD=X
Euro-Sterlina
0,8230
0,0005
0,06%
EURGBP=X
Euro-Franc...
1,2192
0,0017
0,14%
EURCHF=X
Dollaro-St...
0,5954
0,0006
0,10%
USDGBP=X
Euro-Yen
141,4750
0,2079
0,15%
EURJPY=X
Euro-Yuan
8,6389
0,0195
0,23%
EURCNY=X
Euro-Rublo
49,4367
0,082
0,17%
EURRUB=X
Petrolio gr.
101,96
0,52
0,51%
Genera grafico per CLM14.NYM
Gas naturale
4,68
0,05
0,99%
NGK14.NYM
Oro
1.289,90
+5,30
0,41%
GCM14.CMX
Argento
19,66
0,22
+1,12%
SIK14.CMX
Rame
3,12
0,06
+1,98%
HGK14.CMX
Grano
696,25
+13,50
+1,98%
WN14.CBT
Mais
508,25
-1,25
0,25%
CN14.CBT
 

Grecia, dalla Merkel no agli aiuti

La Merkel dice no e la Grecia continua a rimanere appesa ad un filo. Salta l’accordo per gli aiuti ad Atene che ammontano a 44 miliardi di euro. Per sbloccare i fondi bisognerà aspettare la nuova riunione straordinaria dell’Eurogruppo, in programma lunedì.

“Non è stato possibile trovare un accordo, ci riproviamo lunedì”, è il commento di Jean Claude Junker, presidente dell’Eurogruppo, al termine della riunione andata avanti per oltre dodici ore. Al termine, non c’è stata neanche la conferenza stampa, a testimonianza del clima teso che si respira sulla delicata questione ellenica. La divisione più importante è quella tra Eurogruppo e Fondo monetario internazionale sulla sostenibilità del debito greco. L’Eurozona ha dato il via libera per spostare in avanti di due anni, fino al 2020, i paletti del rientro del debito, ora fissati al 120%. Ma il Fmi è contrario. “Le nostre posizioni si sono avvicinate, ma continuiamo settimana prossima”, ha detto Christine Lagarde, direttore del Fondo monetario internazionale.

Gli aiuti per evitare che la Grecia fallisca vanno avanti dal 2010. Oggi il debito pubblico di Atene ammonta al 170% del Pil ed è in costante ascesa. Per i Paesi creditori continuare ad aiutare la Grecia, in termini di soldi, significa sostanzialmente subire perdite sui titoli. Oltre a questo, bisognerà colmare anche un buco da 15 miliardi che si è creato per aver concesso altri due anni sul rientro dal deficit. E’ chiaro che con queste premesse, diventa più difficile parlare di aiuti. Il premier greco, Antonis Samaras, ha lanciato, però, una sorta di allarme: “I nostri partner e il Fondo monetario internazionale hanno il dovere di fare ciò che devono, non è solo il futuro del nostro Paese a rischio, ma la stabilità dell’intera zona euro che dipende dal successo dell’esito di questo impegno dei prossimi giorni”. Fiducioso, invece, il ministro delle Finanze francese, Pierre Moscovici: “Abbiamo verificato che la Grecia ha compiuto significativi passi in avanti. Siamo molto vicini a un accordo”. Il lavoro di mediazione continua. “L’Eurogruppo – spiega Junker – ha identificato un pacchetto di misure credibili per contribuire in modo sostanziale alla sostenibilità del debito greco”. Evidentemente, si è trattato di rassicurazioni insufficienti, considerando che non si è ancora arrivati ad un accordo. E il motivo? “Per consentire di approfondire alcuni elementi a livello tecnico”. Che tradotto significa: la Germania ha bisogno di quantificare esattamente queste misure per aiutare Atene a ridurre il debito, perché in quelle cifre sta il loro nuovo sforzo che dovrà essere approvato anche dai parlamenti nazionali.

La cancelliera, Angela Merkel, ha detto al Bundestag: “Ci sono chance che si trovi un accordo lunedì prossimo sulla Grecia”. Un’apertura che fa ancora sperare il governo Samaras perché senza l’immediata tranche di aiuti, mancano i soldi per pagare stipendi e pensioni. Circa la metà delle aziende greche ha tagliato il personale da inizio 2012, secondo i dati di uno studio condotto dalla compagnia Aon Hewitt, su 165 aziende attive in Grecia. Hanno evitato tagli così numerosi le grandi multinazionali operanti in Grecia, solo il 9,1% di questi grandi gruppi ha ridotto i salari. Solo il 26,5% delle aziende greche, in controtendenza, ha aumentato gli stipendi ai propri dipendenti.

Il clima in tutto il Paese rimane tesissimo. Il console tedesco a Salonicco, Wolfgang Hoelscher-Obermaier, è stato aggredito nei giorni scorsi, durante una conferenza nella città ellenica. Più di 200 dipendenti comunali hanno fatto irruzione nell’edificio in cui era in corso una riunione di sindaci greci e tedeschi, e hanno lanciato caffè e bottigliette d’acqua in direzione del diplomatico. Per molti cittadini, infatti, la Germania è la responsabile dei licenziamenti imposti dal piano di austerità negoziato da Atene con Ue e Fmi. La decisione tedesca di rinviare lo sblocco della tranche d’aiuti, di certo, non contribuisce ad allentare la tensione sociale.


Discesa da 3 a 5 barre
Qui di seguito tratteremo un pattern elaborato da Oliver Velez e Frank Capra, autori di Master Trader, che reputo uno tra i migliori libri tradotti in italiano sulle tecniche di trading...
Come usare la
Andrews' Pitchfork

La Andrews’ Pitchfork prende
il nome dal suo ideatore, Alan Andrews che ha messo a punto questo strumento per identificare
gli obiettivi di prezzo e calcolare
la velocità con la quale tali obiettivi possono essere raggiunti...
Un setup completo di ingresso con la Barra di Esaurimento
Uno dei miei pattern preferiti
di inversione è senz’altro quella
che definisco come “Barra di Esaurimento” che per brevità
d’ora innanzi indicheremo con
la sigla “BE”...


UNA PAROLA AL GIORNO


Rialzista
Sai che cosa si indica con questo termine nel linguaggio finanziario e borsistico? Scoprilo subito!


Le ultime notizie

  • Il fiscal cliff frena le Borse. Titoli da preferire e da evitare
    Fiscal Cliff, corsa contro il tempo Yahoo! Finanza - ven 28 dic 2012 18:35 CET

    Una corsa contro il tempo. Questione di giorni. Anzi, di ore. L’America ha tempo fino al 31 dicembre per evitare il baratro fiscale. Lo spettro del “fiscal cliff” diventa … Continua »Fiscal Cliff, corsa contro il tempo

    Il fiscal cliff frena le Borse. Titoli da preferire e da evitare

    Una corsa contro il tempo. Questione di giorni. Anzi, di ore. L’America ha tempo fino al 31 dicembre per evitare il baratro fiscale. Lo spettro del “fiscal cliff” diventa sempre più minaccioso anche perché, ad oggi, il presidente Barack Obama e il Congresso (a maggioranza repubblicana) non hanno trovato nessun accordo.

  • Barack Obama torna alla Casa Bianca
    Stati Uniti, minaccia fiscal cliff Yahoo! Finanza - ven 21 dic 2012 14:42 CET

    Nessun accordo sul fiscal cliff. Non c’è stato alcun voto per il “piano B” dello speaker della Camera repubblicana, John Boehner. Tutto saltato perché mancavano i voti … Continua »Stati Uniti, minaccia fiscal cliff

    Barack Obama torna alla Casa Bianca

    Nessun accordo sul fiscal cliff. Non c’è stato alcun voto per il “piano B” dello speaker della Camera repubblicana, John Boehner. Tutto saltato perché mancavano i voti necessari. Il “piano B” di Boehner prevedeva un aumento delle tasse solo per chi guadagna oltre un milione di dollari.

  • Europa, ora il debito tedesco fa paura Yahoo! Finanza - mer 19 dic 2012 16:26 CET

    Anche la Germania deve fare i conti con il suo debito pubblico. Secondo Bruxelles non ci sono rischi nel breve termine, ma bisogna ridurre il debito. Tutta colpa della … Continua »Europa, ora il debito tedesco fa paura

    Anche la Germania deve fare i conti con il suo debito pubblico. Secondo Bruxelles non ci sono rischi nel breve termine, ma bisogna ridurre il debito. Tutta colpa della spesa previdenziale e sanitaria di uno Stato sempre più vecchio. Il Rischio è che il debito non scenderà sotto il 60% del Pil prima del 2030. Uno smacco …

  • La mossa di Mario Draghi
    Mario Draghi, uomo dell'anno per il FT Yahoo! Finanza - ven 14 dic 2012 14:52 CET

    “L’italiano determinato a salvare l’euro”. Il Financial Times ha incoronato Mario Draghi l’uomo dell’anno 2012. Ecco cosa ha fatto negli ultimi 12 mesi il governatore … Continua »Mario Draghi, uomo dell'anno per il FT

    La mossa di Mario Draghi

    “L’italiano determinato a salvare l’euro”. Il Financial Times ha incoronato Mario Draghi l’uomo dell’anno 2012. Ecco cosa ha fatto negli ultimi 12 mesi il governatore della Banca Centrale Europea.

  • Che Mario Monti non sia Lohengrin?
    Crisi di governo: ecco cosa Monti non riuscirà a fare … Yahoo! Finanza - mer 12 dic 2012 17:04 CET

    Non c’è tempo per portare a termine tutto quello che era già stato cominciato. Il governo Monti, arrivato al capo linea, non riuscirà a completare alcune riforme che … Continua »Crisi di governo: ecco cosa Monti non riuscirà a fare …

    Che Mario Monti non sia Lohengrin?

    Non c’è tempo per portare a termine tutto quello che era già stato cominciato. Il governo Monti, arrivato al capo linea, non riuscirà a completare alcune riforme che aveva già avviato, come quella del riordino delle Provincie o la delega fiscale.