Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    87,85
    -4,24 (-4,60%)
     
  • BTC-EUR

    23.784,41
    -538,67 (-2,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    575,36
    +4,08 (+0,71%)
     
  • Oro

    1.793,00
    -22,50 (-1,24%)
     
  • EUR/USD

    1,0205
    -0,0052 (-0,51%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.781,84
    +5,03 (+0,13%)
     
  • EUR/GBP

    0,8439
    -0,0018 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    0,9647
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,3159
    +0,0057 (+0,44%)
     

Greggio, calo prezzo petrolio continua su aumento scorte Usa

Una miniatura di barili di greggio davanti a un grafico

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono scesi per la seconda seduta consecutiva dopo che l'aumento delle scorte negli Stati Uniti ha alimentato i timori sulla domanda e il ripristino delle forniture da Libia e Russia ha attenuato i timori sull'offerta.

Alle 12,00​ circa, i futures sul Brent scambiano in ribasso di 4,48 dollari​​, ovvero ​​​del 4,19%, a 102,44​ dollari al barile, dopo aver perso lo 0,4% nella seduta precedente. Il greggio Usa cede 4,34 dollari, o ​​​​​​​​​il ​4,35​%, a 95,54 dollari al barile. dopo il calo dell'1,9% di ieri.

I prezzi del petrolio sono stati volatili, con i trader che hanno dovuto fare i conti con un'offerta globale più limitata a causa della riduzione dell'offerta di barili russi in seguito all'invasione dell'Ucraina, e con le preoccupazioni di recessione che potrebbero indebolire la domanda di energia.

Ci si aspetta che oggi la Banca centrale europea segua le orme di altri istituti centrali alzando i tassi di interesse, concentrandosi sulla lotta all'inflazione incontrollata piuttosto che sulla recessione economica, che, a sua volta, può pesare sulla domanda di petrolio.

Le scorte degli Stati Uniti sono aumentate di 3,5 milioni di barili la scorsa settimana, secondo i dati del governo pubblicati ieri, superando di gran lunga le previsioni degli analisti. [EIA/S]

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Maria Pia Quaglia)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli