Italia markets open in 4 hours 22 minutes
  • Dow Jones

    31.438,26
    -62,42 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    11.524,55
    -83,07 (-0,72%)
     
  • Nikkei 225

    26.866,89
    -4,38 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    1,0579
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    19.478,85
    -651,49 (-3,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    447,40
    -14,39 (-3,12%)
     
  • HANG SENG

    21.976,43
    -253,09 (-1,14%)
     
  • S&P 500

    3.900,11
    -11,63 (-0,30%)
     

Greggio in calo su attese aumento tassi Usa

Il logo Opec presso la sede del gruppo a Vienna

LONDRA (Reuters) - Le preoccupazioni per la domanda di carburante e la crescita economica globale hanno provocato un calo dei prezzi del petrolio, sulle attese di un rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve statunitense.

I futures sul Brent per agosto sono scesi di 1,27 dollari, o dell'1%, a 119,90 dollari al barile alle 12,01, in un contesto di scambi volatili.

Il greggio statunitense West Texas Intermediate per luglio è sceso di 1,44 dollari, o dell'1,2%, a 117,49 dollari al barile.

L'aumento dell'inflazione ha portato gli investitori e gli operatori del settore petrolifero a attendersi un aumento di 75 punti base da parte della Fed, che rappresenterebbe il maggiore aumento dei tassi negli Usa in 28 anni.

La Banca centrale europea ha dichiarato che terrà una riunione non programmata per discutere della volatilità dei mercati obbligazionari.

L'Agenzia internazionale dell'energia ha comunicato che l'aumento dei prezzi del petrolio e l'indebolimento delle previsioni economiche peseranno sulle prospettive della domanda.

Tuttavia le persistenti preoccupazioni legate alla scarsità dell'offerta hanno fatto sì che il prezzo del petrolio si mantenga ancora vicino ai 120 dollari al barile.

L'Opec+ sta tentando di raggiungere le quote mensili di produzione di greggio, con difficoltà a causa di una crisi politica che ha ridotto la produzione della Libia.

I prezzi del petrolio sono stati sostenuti dalla scarsità dell'offerta di benzina. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto alle compagnie petrolifere di fornire spiegazioni sul perché non stiano immettendo maggiori quantità di benzina sul mercato.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli