Italia markets open in 1 hour 6 minutes
  • Dow Jones

    34.086,04
    +368,95 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    11.584,55
    +190,74 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0870
    +0,0004 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    21.253,72
    +68,30 (+0,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,33
    +5,54 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    22.061,60
    +219,27 (+1,00%)
     
  • S&P 500

    4.076,60
    +58,83 (+1,46%)
     

Greggio in calo su timori aumento casi Covid in Cina e recessione globale

Il sole tramonta dietro a una pompa petrolifera a Saint-Fiacre, vicino Parigi, in Francia

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in ribasso sui timori che l'aumento dei casi di Covid-19 in Cina, il primo importatore di petrolio al mondo, possa ostacolare la ripresa economica e alimentare la crescita della domanda, mentre il Paese sta allentando le restrizioni.

Intorno alle 10,30 i futures sul Brent per consegna a febbraio sono in ribasso di 77 centesimi, o dello 0,91%, a 83,56 dollari al barile. Il greggio statunitense perde 64 centesimi, o lo 0,8%, a 78,89 dollari al barile.

La Cina ha detto che smetterà di imporre misure di quarantena ai viaggiatori in entrata a partire dall'8 gennaio, un passo importante verso l'allentamento delle rigide restrizioni alle frontiere.

Ma gli ospedali cinesi sono sottoposti a forti pressioni a causa di un incremento delle infezioni da Covid-19, mentre il Paese si avvia a considerare il virus come endemico.

I prezzi sono sostenuti dalla notizia che la Russia intende vietare le vendite di petrolio dall'1 febbraio ai Paesi che rispettano il price cap imposto dal G7 il 5 dicembre.

Api pubblicherà i dati sulle scorte di greggio statunitensi oggi alle 22,30.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Sabina Suzzi)