Italia markets open in 3 hours 23 minutes
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    +132,77 (+0,99%)
     
  • Nikkei 225

    30.129,42
    +457,72 (+1,54%)
     
  • EUR/USD

    1,2176
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    41.337,07
    -302,76 (-0,73%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.004,62
    -10,30 (-1,01%)
     
  • HANG SENG

    30.356,40
    +638,16 (+2,15%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     

Greggio estende rally su stop produzione in Texas

·2 minuto per la lettura
Una pompa petrolifera vicino a Bakersfield

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio registrano un ulteriore rialzo, sostenuti da significative interruzioni della produzione nel sud degli Stati Uniti questa settimana a causa di una tempesta invernale nel Texas.

Intorno alle 11,00 i futures sul Brent sono in rialzo di 43 centesimi, o dello 0,7%, a 63,78 dollari al barile. I futures sul greggio Usa guadagnano 30 centesimi, o lo 0,5%, a 60,35 dollari al barile.

Il greggio è stato sostenuto nelle ultime settimane dai tagli alla produzione da parte dell'Opec+ e dalle speranze di un rimbalzo della domanda grazie alle vaccinazioni contro il Covid-19. Negli ultimi giorni inoltre un'ondata di freddo in Texas, il più grande stato produttore di petrolio degli Usa, ha fatto balzare i prezzi.

Gli analisti di Anz e Citigroup hanno stimato che la produzione di scisto negli Stati Uniti ha subito tagli di almeno 2 milioni di barili al giorno. Citi stima perdite cumulative di circa 16 milioni di barili fino agli inizi di marzo.

Il rally degli ultimi giorni ha intensificato l'attenzione sulle prossime mosse dell'Opec+, gruppo formato dai produttori Opec e dai Paesi alleati, tra cui la Russia. Il gruppo si riunirà il 4 marzo.

I produttori Opec+ allenteranno probabilmente i limiti all'offerta dopo il mese di aprile data la ripresa dei prezzi, secondo quanto riferito a Reuters da fonti Opec+.

I dati relativi alle riserve di prodotti raffinati negli Stati Uniti a cura dell'Api e dell'Eia verranno pubblicati rispettivamente oggi e domani, con un giorno di ritardo a causa della festività di lunedì nel Paese.

Gli analisti intervistati da Reuters hanno stimato, in media, che nella settimana conclusasi il 12 febbraio le scorte di greggio sono diminuite di 2,2 milioni di barili.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)