Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.475,14
    -1.144,21 (-5,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8622
    +0,0015 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0003
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Greggio, Opec+ al lavoro per compensare minore produzione russa

Il logo Opec presso la sede a Vienna

LONDRA (Reuters) - L'Opec+ sta lavorando per compensare il calo della produzione petrolifera russa, che è diminuita di circa 1 milione di barili al giorno negli ultimi mesi a causa delle sanzioni imposte dall'Occidente contro Mosca in risposta all'invasione in Ucraina.

Lo hanno riferito due fonti dell'Opec+.

Una delle fonti a conoscenza della posizione della Russia ha affermato che Mosca potrebbe accettare che altri produttori compensino la minore produzione nazionale, anche se ciò potrebbe non accadere durante la riunione di oggi e potrebbe non compensare completamente le carenze nell'offerta.

Una seconda fonte Opec+ dal Golfo ha affermato che una decisione in merito è "altamente possibile" durante la riunione di oggi.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli